Utente 360XXX
Salve dottori,sono preoccupata in quanto mio padre:uomo di 64 anni ex fumatore con intervento di engioplasstica effettuata nel 2001 ipertensione di grado II diabetico e con iperriroidismo dovrà essere sottoposto ad intervento di tiroidectomia totale ci sono pericoli per quanto riguarda l anestesia?é pericoloso in quanto ha subito un infarto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buona sera, da quanto ci dice quasi certamente il babbo avrà un rischio operatorio aumentato ma questo intervento con le dovute cautele, in casi come il vostro, difficilmente è controindicato..
Premesso che nessuno, nemmeno la persona più sana, ha un rischio 0, questo aumenta se ci sono patologie concomitanti a quella che determina l'indicazione all'intervento.
lo studio preoperatorio è particolarmente importante e nel corso di questo potrebbe essere necessario richiedere qualche esame aggiuntivo alla routine; al termine di questo studio l'anestesista tira le somme facendo la sua valutazione, rendendo edotto il paziente della sua situazione clinica e dei protocolli previsti, che in qualche caso possono includere anche un periodo di osservazione in Terapia intensiva.
La valutazione del rischio e la decisione su se e come intervenire è quindi la conseguenza di un bilanciamento tra costo e beneficio nell'interesse del paziente che comunque deve essere partecipe di questo processo e dare il suo assenzo ( Consenso informato).
Spero di essere stata chiara, saluti cordiali.