Utente 386XXX
Buonasera,
circa sei anni è iniziato il calvario con i linfonodi. E' iniziato tutto da un piccolo linfonodo all'esterno sotto la mandibola, per interderci sotto al margine mandibolare qualche mese dopo presa da ansia con tutto cio che ho letto su internet e iniziai a palparmi l'inguine per cercarne altri e ora non so se sia per averlo stuzzicato o meno comunque al tatto è all'incirca di 1,5 cm. Questi linfonodi li ho fatti vedere dal mio medico di base di allora che li ha definiti normali. Nell'arco di questi anni sia quello al collo che più o meno potrebbe essere paragonato a una nocciolina e anche quello dell'inguine non sono ne regrediti ma nemmeno aumentati.
Ora a distanza di anni è tornato l'incubo linfonodi perché sul collo ne ho sentiti altri due sempre piccolissimi e uno sopra la clavicola mobile e piccolino e non so se si possa definire ingrossato. All'inguine la situazione è identica ne sono comparsi altri sempre di piccole dimensioni e chissa da quanto stanno li, li ho notati perché ultimamente ho dolori all'attaccatura dell'anca che si irradia alla parte bassa della schiena e all'interno coscia e ho pensato a uno stiramento di qualche muscolo e ho pensato anche che siano palpabili perché mi depilo ogni giorno con il rasoio e capita molto di frequente di farmi dei taglietti. Per quanto riguarda il collo ho una ecografia tra qualche giorno che ho richiesto per stare tranquilla, ma per gli altri dell'inguine? possono essere palpabili? sono molto magra e un medico mi ha detto che si toccano anche per questo motivo.
Un ultima cosa mi è sembrato di sentirne anche sotto l'ascella sinistra ma puo essere chiamata in causa anche in questo caso la depilazione con il rasoio e il deodorante? per l'ascella aggiungo che ho perdite da entrambi i seni da circa due anni solo se premo e prima del ciclo il seno fa malissimo soprattutto il sinistro che mi ha dato sempre più problemi sin da ragazzina.
Ringrazio anticipatamente per le risposte che spero riceverò.
Ne approfitto per augurarvi un buon 2016.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
in un soggetto magro è facile che si palpino linfonodi anche sub - centimetrici.
Se lei ci si mette di buona lena li fa infiammare e ne determina la dolorabilità e l'ulteriore ingrandimento.
Concordi con il Curante una esplorazione ecografica dei linfonodi più "antichi" e di quelli più recenti, nonchè nelle comuni sedi di repere.
Se sono rettivi e di piccole dimensioni li lasci stare e non li palpi più: non indicano certamente quello che ha letto su wikipedia.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera dottor Caldarola,
la ringrazio innanzitutto per la sua pronta risposta al mio consulto.
Ho effettuato giorno 7 un ecografia al collo che ha rilevato alcune tumefazioni linfonodali sucentimetriche e due sottomandibolarii a destra e a sinistra di 12 e 14mm. Il medico che mi ha effettuato l'ecografia mi ha detto che sono linfonodi nella norma di tipo reattivo. Tiroide nella norma per dimensione.
Devo solo effettuare un eco anche all'inguine per stare tranquilla o posso lasciare perdere? Grazie in anticipo.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
se effettuerà l'ecografia inguinale le riscontreranno i mededimi ed insignificanti linfonodi reattivi.
Io al posto suo non lo farei.
Tuttavia se vuole la certezza ecografica, per stare tranquillo, deve fare l'esame.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Quelli all'inguine mi preoccupano di più perché li sento più grandi e non sono mobili ma stanno li anche loro da anni se fosse qualcosa di grave sicuramente non sarei qui a scrivere però sono duri cioè sono diversi da quelli del collo alla palpazione.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Se stanno lì da anni sono sicuramente andati in contro a reazione fibrotica.
E' normale che siano più duri al tatto.
La sua deduzione circa la temporalità non fa una piega: si tranquillizzi, perchè siamo qui a parlare e lei sta bene.
;-)

Saluti cordiali,
Dr. caldarola.
[#6] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera Dottor Caldarola,
eccomi di nuovo con il mio solito problema: i linfonodi.
Ecco dopo che ho fatto l'ecografia mi sono tranquillizzata, ora però sotto la mandibola dov'è stato riscontrato un linfonodo di 14 mm quando spingo la lingua verso il basso esce un bozzo assurdo, visibile ad occhio nudo.
Mi sono recata dal medico di base che mi ha visitato e ha detto che praticamente sono una persona che con linfoadenopatia cronica, mi ha prescritto questo limphomioti gocce. Le ho chiesto la prescrizione per un otorino e la risposta è stata se vuoi ci vai a pagamento.
Ora mi chiedo questo medicinale omeopatico può funzionare? io non ho la possibilità economica al momento di rivolgermi a uno specialista e vorrei da lei un parere.
La ringrazio in anticipo per la sua disponibilità.