Utente 399XXX
Salve Buon Anno a tutti voi, scrivo con la speranza di avere qualche dritta perchè davvero mi sento impotente. Quando facevo le superiori andavo in palestra e il cuore non mi ha dato mai problemi, poi con l inizio dell'università ho smesso per mancanza di tempo, circa 3 anni fa mi sono resa conto che spesso avvertivo la tachicardia, inizialmente ho cercato di ignorare il problema poi un giorno sono finita in ospedale e per questo decisi di fare tutti gli accertamenti e la conclusione fu che avevo la tachicardia ma nessun problema cardiaco così mi diedero il betabloccante da prendere tutti i giorni. non contenta cambiai cardiologo altre e 4 o 5 volte e ogni volta il risultato era sempre quello, alla fine mi sono rassegnata e ho cominciato a prendere il betabloccante per almeno 1 anno poi mi sono accorta che anche non prendendolo non avvertivo più il cuore così per 4 o 5 mesi sono stata senza farmaci e non avevo problemi solo che ora il problema è tornato. Qualche settimana fa mi è stato regalato un cardiofrequenzimetro e ho notato che da seduta la frequenza sta tra 80 e 90 bpm poi appena mi alzo la frequenza arriva subito a 110 o 115 bpm e questo è accompagnato da dolore al petto con senso di oppressione poi se sto senza muovermi la frequenza scende se invece mi muovo, ma sempre lentamente, la frequenza sale di nuovo sui 110 e resta così finchè non mi fermo. A volte mi capita che la frequenza diventa molto alta tipo 160 bpm però questo succede una volta ogni tanto poi predo i betabloccanti e rallenta ma quello che mi spaventa ora è sapere se è normale che la frequenza aumenta così tanto passando da seduta a in piedi? questo problema mi limita molto perchè noto che al minimo sforzo mi viene il dolore al petto e mi gira la testa e sento le palpitazioni e poi controllando il cardiofrequenzimetro noto che la frequenza passa di colpo da 80 a 110 ed è questo sbalzo che mi da tutti questi sintomi volevo sapere è normale? grazie spero tanto di ricevere una risposta non so proprio più che fare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Per un migliore inquadramento del suo caso dovrebbe eseguife un ecocolodoppler cardiaco, un holter delle 24 ore ed un ecg sotto sforzo.
penso che un prelievo per il dosaggio degli ormoni tiroidei le sia stato gia consigliato.
stia lontana da caffeina,cola, energy drinks ed ovviamemte dal fumo.
arrivederci

Cecchini
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio tantissimo per la risposta, gliene sono davvero grata, vorrei aggiungere, se posso, che ho già fatto questi accertamenti e ripetuti diverse volte e sono usciti normali, mentre l'ultimo l'holter risale ad un anno fa e dice: FC media: 87bpm, FC:minima 53bpm, FC massima: 145 bpm
Si rilevano vari episodi di aritmia sinusale prevalenti durante le ore di riposo notturno. non alterazioni significative del tratto ST ne della conduzione AV , mi è stato dato il betabloccante.
Ho fatto tutte le analisi possibili e soffro di ipotiroidismo per tale motivo prendo 50mcg di eutirox da qualche anno e le ultime analisi sono normali: tsh: 3,64 (riferimento 0,34-5,60) ft3 2,9 (2.2- 3.9) ft4 0,79 (0.60-1-12).
Mi scuso tantissimo per il disturbo, non voglio scocciarla ma non so più a chi rivolgermi, inoltre ora ho notato questa cosa che quando passo da seduta ad in piedi la frequenza passa da 80 a 115 e in quel momento sento un oppressione al petto è normale che varia così tanto? anche quando cammino lentamente è normale che la frequenza sta sempre su 110? le chiedo questo perchè forse dovrei ricominciare a prendere i betabloccanti per prevenire eventuali problemi al cuore oppure questo potrebbe essere normale e quindi forse non ne ho bisogno? la prego mi dia un consiglio, mi scuso ancora per il disturbo. le auguro una buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile utente, se assume levotiroxina e' normale che lei abbia una frrequenza aumentata.
Tanto e' vero che solitamente si associano piccole dosi di beta bloccante per arginare questo piccolo fastidio.
Di solito si usa il propanololo, per motivi un poì' complessi da spiegare qui.
Tra l'altro, essendo una donna, lei puo assumere tranquillamente e prolungatamente beta bloccanti senza alcun effetto collaterale.
Arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio, non lo sapevo perchè mi è sempre stato detto che se il dosaggio era corretto non dovevo avere effetti collaterali, quindi devo prenderlo, io ho sempre preso il bisoprololo fumarato (congescor da 1,25 mg) può andare bene oppure è migliore il propanololo? la ringrazio tantissimo per la disponibilità e mi scuso per il disturbo.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il bisoprololo puo andare bene ma un dosaggo da 1,25 mg é da criceti...!
sorrida, le fara bene
Arrivedercj
[#6] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
ahah va bene :D, la ringrazio tanto. Buona serata.