Utente 399XXX
Salve dottore,
Ho 26 anni e vado a correre da 10 anni 2-3 vomte la settimana, faccio dagli 8 ai 10 km in un'ora. Circa 7 mesi fa ho avuto un dolore al ginocchio sinistro che mi è stato diagnosticato come condropatia femoro-rotulea. Sono rimasta a riposo per 40 giorni e ho fatto 5 sedute di laser terapia. Poi sono tornata a correre senza sentire dolore. Due giorni dopo sono partita per le vacanze e ho preso una brutta botta giocando a calcetto sulla sabbia, e da allora la rotula ha iniziato a scricchiolare, ho fatto una risonanza e risultava:
-microfissurazione del corno posteriore del menisco
-minuscola cisti di beker
-modesto aumento del liquido sinoviale e note degenerative a carico del tendine sottorotuleo e della cartilagine
-iperpressione esterna della rotula.
Bene ho fatto 10 sedute di magnetoterapia, 3 di trattamento miofasciale, 6 di rieducazione posturale e riabilitazione dei muscoli del ginocchio.
Adesso dopo 3 mesi e mezzo dall'inizio di queste terapie la rotula non scricchiola più nel movimento di estensione del ginocchio, ma avverto ancora bruciore in sede superiore alla rotula (in particolare tra la rotula e l'inserzione del vasto mediale).
La mia domanda è: questo bruciore è dovuto ad una rotula ancora non del tutto ben posizionata, oppure è un residuo dell'infiammazione iniziale e quindi mi basta attendere qualche settimana per la scomparsa del sintomo?

La ringrazio in anticipo per la disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Riccardo Preite
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Buonasera
sembrerebbe, il condizionale e' d' obbligo, una tendinopatia inserzionale del vasto mediale obliquo. Cioè, in seguito al trauma, li' dove s' inserisce un capo del quadricipite c'e' stata una rottura di qualche fibra, che la Risonanza, forse senza sapere cosa cercare, non ha evidenziato e ha visto altre cose non rilevanti per il problema in questione. Bene la fkt c'e' una residua infiammazione in netto miglioramento. Insisterei comunque con la ginnastica isometrica del quadricipite e del vasto mediale obliquo, anche nuoto stile libero, che ha anche lo scopo di centrare la rotula (iperpressione esterna di rotula). D' aiuto anche integratori tendini come il tenosan
auguri
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la pronta risposta e per i consigli sulle attività che possono favorire la completa guarigione. A tal proposito avrei una domanda: il nuoto è meglio praticarlo quando il sintomo doloroso svanisce completamente o posso già andare a nuotare nonostante il bruciore?
La ringrazio in anticipo.
[#3] dopo  
Dr. Riccardo Preite
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Sono passati tre mesi del trauma, biologicamente la cicatrice del tendine e' forte,non aspetterei ancora per iniziare nuoto con intensità lieve ed aumentando con progressione . Ci si può' anche aspettare un po di dolore ma credo che sia un dolore muscolare "da ripresa" per il periodo di inattività'.
saluti