Utente 399XXX
Salve Signori/e,

Come da registrazione, sono un nuovo utente, mi chiamo Gianmarco ed ho 20 anni appena compiuti a dicembre; ed oggi vorrei essere in questo sito per altri scopi, ma purtroppo la ragione della mia "visita" è quella di un mio problema incostante che ho da circa due settimane, una specie di Tachicardia.

Perchè dico specie? Perchè è incostante e mi succede solo da due settimane, l'ultima volta mi è successo mentre ero in macchina, i sintomi? perdita improvvisa di forze seguita da un giramento di testa improvviso, con conseguente battito cardiaco accelerato, il tutto smette nel giro di 10/15 secondi.

Cosa faccio il giorno? lavoro 6 ore al giorno presso il negozio Mediaworld, mi alleno 1 ora e 30 circa al giorno in palestra (5 giorni su 7), non a livelli agonistici, però mi sforzo molto, tanto che qualche mese fa assumevo proteine in polvere (Whey Protein); premesso il fatto che le proteine le assumevo seguendo una sana alimentazione e idratazione, ma comunque è 1 anno circa che ho smesso.

La mia domanda è: questi attacchi improvvisi di battiti accelerati (se così li possiamo chiamare), si possono collegare alle proteine che assumevo? e se io iniziassi nuovamente ad assumerle secondo voi è azzardato? cosa ne pensate in generale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il fatto che le palpitazioni si accompagnino a capogiri e senso di debolezza inducono a consigliarle approfondimenti quali un Holter cardiaco ed un ecocolordoppler cardiaco.
Dato inoltre che lei pratica attivita' sportiva eì importante che lei esegua periodicamente un ECG sotto sforzo massimale.
Eviti integratori proteici che le rovinano i reni e sono assolutamente inutili
Arrivederci

cecchini