Utente 250XXX
buongiorno,
volevo sapere se è meglio seguire la cura del mio cardiologo il quale mi dice di prendere una pastiglia di ramiprill e una di almarytm per i tachicardia....oppurela cura del mio medico di famiglia: mezza pastiglia di lobivon.
io sarei più propenso a seguire il cardiologo sicuramente più esperto in materia ma preferisco sentire l'opinione di altri esperti.
grazie e distinti saluti. Marco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
per una corretta risposta al suo dubbio dovrebbe dare maggiori ragguagli sul tipo di aritmia che le è stata riscontrata e sulle eventuali indagini sostenute. Aggiunga anche i suoi valori pressori e le eventuali patologie correlate al suo stato clinico.
Cordiamente
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2007
ok, premetto che ho 39anni nn bevo ho smesso di fumare da 2 anni, mio padre è iperteso.
sinceramente nn sono un iperteso, ma sentendo il mio cardiologo la mia è un ipertensione leggera..(durante il giorno i miei valori standard sono sui 115-75 72pulsazioni) ma ogni tanto per qualche motivo inspiegabile la pressione tende a salire a valori alti(150-100 pulsazioni sui 100 e passa).
il mio medico dice che è ansia.
premetto che ho fatto numerosi esami(holter pressorio e cardiaco, ecocardiogramma, doppler sovraortici, ecografia reni e surreni, fondus oculi, test da sfrzo, esami sangue specifici per ipertensione e vari elettrocardiogrammi...tutto nella norma)...a parte questi sbalzi!!...se può interessare fin da piccolo ho l'anemia mediterranea.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Se ha praticato da poco un holter cardiaco potrebbe riportarne i risultati? Le spiego, i due farmaci che le sono stati consigliati agiscono in maniera differente e per specifiche patologie quali aritmie ed ipertensione(l'almarytm viene utilizzato per la prevenzione di tachicardie parossistiche SV e per le recidive di fibrillazione atriale; il lobivon è un beta-bloccante utilizzato come anti-ipertensivo e come un modico bradicardizzante). Pertanto se Lei non mi dà altri riferimenti entrambe le terapie potrebbero esserle utili, si tratta di comprendere se il suo problema predominante sono più le aritmie o lo stato ipertensivo.
[#4] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2007
l'holter cardiaco l'ho fatto nel mese di settembre, questo è il risultato:
ritmo sinusale frequentemente tachicardico durante la veglia con fc media 100bpm e periodi anke di un ora a fc 130bpm con punte max di 150 bpm. è presente il calo notturno della fc con fc notturna 65bpm. normale conduzione av prolungata quella iv non variaziani st di significato ischemico.
riepilogo: QRS:120397 PSVT:17 FC: 151 media 89 minima 57
episodi collegati alla fc cardiaca: PSVT 17 più lungo 20,1 tachicardia fc max 144.
L'holter pressorio l'avevo fatto un anno fan a settembre 2007 e rileva lievi aumenti dei valori medi di pressione diastolica per il solo periodo diurno.
punte max: 165/125 159/118. da settembre 2007 a agosto 2008 grossi problemi nn ne ho più avuti: quando sentivo che la pressione era alta prendevo 15gocce di lexotan e dopo un po si normalizzava. mentre la pressione mi sale raramente(magari anche 2 o 3 volte a settimana), tachicardia invece li ho quasi tutti i giorni anche senza fare sforzi. direi che il problema predominante sono proprio i tachicardia. ho anche una bella artrosi cervicale, nn so se questa puù influire il sistema cardiocircolatorio. in definitiva ci sono giorni che sto bene e i miei valori sono: 115/70 72pulsazioni. altri giorni che mi sento instabile, debolezza alle gambe, nausea, e noto che i valori sono: 140/95 102pulsazioni. basta che mi sdraio un attimo e i valori tornano normali.
[#5] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2007
da una settimana sto prendendo mezza pastiglia di lobivon(5mg), e mi sembra che qulacosa faccia, le pulsazioni sono decisamente calate e anche la pressione mi sembra abbastanza stabile. però mi kiedo se il problema è l'emotività la pastiglietta serve o sarebbe meglio continuare cn il lexotan e curare l'emotività da uno psichiatra?
premetto che sono un tipo molto ansioso e facilmente cado in depressione. (ultimo stato depressivo in agosto e guarda caso anche la pressione tendeva a salire....e il lexotan sembrava nn fare effetto, così il medico di base dopo avermi misurato la PA (150/100) mi diede ramiprill e alzaprolam. il giorno dopo dal cardiologo mi visita ma la pressione era 120/75.
insomma mi sembra di avere un sistema cardiocircolatorio molto instabile e difficile da controllare. a maggio2008 avevo fatto una visita da un altro cardiologo il quale mi dice che godo di buona salute, il mio holter è assolutamente normale (cn una punta di 165/125?) e la mia pressione dipende da uno stato emotivo e dalla cervicale. non nego che a volte mi vedo valori pressori tipo 95/56 (ma sto meglio cn questi valori)...tanto più che il mio medico voleva farmi fare una cura di liquirizia. sicuramente avrò la pressione ballerina

[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, premettendo che il sistema cardiocircolatorio è strettamente dipendente dal sistema nervoso e riflettendo sulla storia clinica,caratterizzata da stati ansioso/depressivo e già in terapia (Lexotan), mi sembra più opportuno consigliargli il lobivon al dosaggio pieno di 1 cp/die, che può agire sia come antipertensivo che come bradicardizzante.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2007
grazie mille per la risposta, effettivamente con il lobivon tachicardia non ne ho più e anche la pressione sembra normale.