Utente 399XXX
Salve, un paio di anni fa il mio dentista mi devitalizzò un dente reputato da lui difficile da salvare. A distanza di un anno l'ottutazione si tolse a causa di una rottura del molare, il dente non mi faceva male nonostante ci fosse un buco aperto sul lato e purtroppo ho sempre rimandato un controllo dal dentista. Da un Po di tempo ho notato che la gengiva all'interno del dente presenta un puntino nero e da una settimana a questa parte la gengiva sottostante il dente si è gonfiata e arrossata, il tutto accompagnato da forti dolori che piano si sono estesi a tutta la mandibola ( il dolore si faceva molto acuto durante la masticazione. Da un paio di giorn sono riuscito a placare i gonfiore e dolore grazie a un'antibiotico, maa le pene passate in questi giornii mi hanno fatto preoccupare molto. In questi giorni non posso recarmi dal dentista, vorrei sapere se aspettare altri 2 o 3 giorni potrebbe peggiorare di molto la situazione e Se possibile sapere più o meno da cosa può dipendere il dolore e il gonfiore della gengiva. Grazie in anticipo!
[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
La situazione è già peggiorata, gentile utente, 2-3 giorni non faran la differenza ( in termini pronostici mentre potrebbero esser di una qualche importanza in termini sintomatologici). Se il dente si e' rotto e lo spazio endodontico che era stato deterso decontaminato e sigillato, si e' ricontaminato venendo a contatto con la saliva, sarà necessario pensare a un ritrattamento endodontico prima di eseguire un nuovo restauro. Se ahimè la rottura interessa anche la radice, le possibilità di recupero potrebbero esser limitate.Certo e' che tergiversare ancora porterà in tempi brevi alla sicura necessità di doversi confrontare con un processo infettivo e con i suoi esiti e con un'estrazione più che probabile.
Se vuole legga questo approfondimento sui motivi che sono alla base del maggior rischio di frattura dei denti devitalizzati e su come e' possibile contrastare questo rischio:
http://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/2205-perche-denti-devitalizzati-rompono-facilmente.html
Cordialità