Utente 399XXX
Buonasera dottori ,vi chiedo un consulto riguardo alla mia situazione verso la metà del mese di ottobre 2015,ho avuto un rapporto orale ricevuto da una donna che non conosco ,dopo 30 GIORNI ho effettuato un test HIV risultato negativo ,però in seguito mi sono venuti diversi sintomi tra questi condilomi che sto curando, mal di gambe, una faringite riscontrata con tampone e per ultimo un forte prurito sul corpo anche qualche fastidio in volto...ho poi eseguito un altro test a 70 questo fatto 2 giorni dalla fine della cura antibiotica per il mal di gola..il risultato era negativo ma gli antibiotici possono aver falsato l' esito???e quante possibilità ci possono essere che l'esito possa cambiare al test dei 90 giorni ?vi ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
le possibilità di una positivizzazione del test HIV a 90 giorni sono pressocchè nulle.

L'antibiotico - terapia non influisce in nessun modo con il test HIV.
La invito a tranquillizzarsi.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Dottore grazie infinite per la sua risposta propio oggi ho ritirato l' esito test HIV a 80 giorni con esito negativo a questo punto secondo lei devo ripeterlo anche a 90 giorni?so che avrei dovuto aspettare per non farle questa domanda ma l'ansia era troppa e non sono riuscito ad aspettare.grazie dottore
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Lo consideri definitivo.
Lei non è HIV positivo.
Auguri!
Dr. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore per la sua risposta.le auguro un felice anno nuovo..
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Ricambio!
Dr. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera dottore come le scrivevo l ultimo test HIV a 80 giorni risultato negativo ma i sintomi di malessere persistono mal di gambe simili a crampi che partono dalle natiche, fastidio alla gola che avevo riscontrato con tampone faringe positivo a strep emolitico Gr a curato con antibiotico ma ancora oggi non è passato,e da un po che ho prurito in testa e pelle secca, il giorno 15 farò una visita dal dermatologo ma presumo sia dermatite sedorroica...alla luce dei sintomi è plausibile preoccuparsi ancora del rapporto orale ricevuto quindi paura di un contagio HIV nonostante il test negativo ???grazie dottore


[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro signore,
se lei è HIV sieronegativo, COME APPUNTO E', i suoi sintomi, tutti, non possono essere ricondotti a una infezione da HIV!
Glielo riscrivo e lo sottolineo con forza.

Saluti,
Dr. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore per la sua risposta spero di calmarmi e cominciare a riprendermi senza più pensare all' HIV. ..sono tre mesi che vivo nell' ansia.dottore grazie per il suo supporto le auguro una buona serata..cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Buona serata anche a Lei!
Dr. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Dottore scusi un' ultima domanda,avendo dei sintomi da siero conversione certa e si effettua un test in quel determinato periodo in cui si hanno quei sintomi, e passato il periodo finestra per effetture il test il risultato dovrebbe essere positivo giusto??è impossibile avere sintomi e risultare negativo al test HIV ?grazie dottore
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Non è affatto come dice Lei.
Proprio durante la sieroconversione il test può risultare negativo perchè non è stata ancora montata una risposta immunitaria.
E' vero che la p24 verrebbe identificata ma il test sarebbe dubbio.
Occorre attendere i tempi "tecnici" di 30 gg e 90 gg dal rapporto.

Comunque, parliamoci chiaro: se per lei rifare il test a 90 gg (o più) è risolutivo sul piano psicologico non esiti: vada in un laboratorio serio e se lo paghi. Costa meno di 50 EUR mentre la sua tranquillità vale molto di più.

Saluti,
Dr. Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
No Dottore io intendevo nei periodi che vanno da 30 a 90 giorni...probabilmente visto il mio stato psicologico rifarò il test a fine mese di gennaio quindi saranno più di 100 giorni forse lo farò propio per una pace mentale ..per ora cerco di stare tranquillo il più possibile visto che a 80 giorni era negativo..propio come mi diceva lei....grazie dottore sempre molto gentile e disponibile.
[#13] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera dottore vorrei chiederle un consiglio,oltre a fare il test a fine mese quindi più di 100 giorni ,vorrò fare anche un esame pcr magari già domani o dopo lei cosa ne pensa??magari potrei stare più tranquillo da un esame molecolare..ci terrei molto ad un suo giudizio..grazie mille dottore
[#14] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
a mio parere il test HIV 1 - 2 di IV generazione con P24 ad oltre 100 gg dal contatto a rischio le darebbe la stessa sicurezza di un test di ricerca dell'acido nucleico virale.

Con la differenza che essendo esami che deve pagare Lei, perchè il SSN non può farsi carico dei suoi problemi ossessivi, il test sierologico costa <50 EUR laddove un dosaggio qualitativo di HIV RNA con PCR costa intorno ai 250 - 300 EUR e la testa solo per il genotipo HIV1.

Se avessi ravvisato la utilità di un test su acido nucleico non avrei avuto motivo di tacergliela.
Questo il mio personale parere.

Saluti cordiali,
Dr. Caldarola.
[#15] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Sì dottore capisco,infatti gli esami al di là del costo li farei comunque il problema è se appunto possono essere attendibili o meno.. il mio è propio un problema legato alla ansia ma anche a questi sintomi che sto riscontrando..quindi secondo lei avendo fatto il test a 80 giorni in presenza si questa sintomatologia legata a sieroconversione il risultato del test non poteva essere negativo giusto dottore? Le chiedo scusa per le mie domande non è mia intenzione farle perdere la pazienza..grazie dottore
[#16] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Le ho già spiegato che in dieci giorni un test HIV di IV generazione con P24 non può divenire positivo. Quindi il risultato sarebbe confermato e ripetere il test sarebbe inutile.
Io non sono tuttavia nella sua mente: se lei fosse rassicurato dal ripetere il test sierologico a 100 giorni, lo faccia pure. Risulterà negativo e lei sarà finalmente tranquillo.

Il dosaggio qualitativo dell'acido nucleico virale non lo consiglio: come le ho già scritto sarebbe usato un primer per HIV 1 ( a meno che lei non chieda, sempre che sia disponibile, la ricerca dell'acido nucleico di HIV 2 che necessita di un altro primer specifico).

In conclusione:
Il test a 80 gg deve essere considerato DEFINITIVO
Se ha dubbi ripeta un test sierologico.
Lasci stare i test N.A.T.
Questo il mio consiglio in scienza e coscienza.
Saluti Cordiali,
Dr. Caldarola.
[#17] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Ok dottore non farò l esame Nat e cercherò di aspettare per fare un test di lv generazione più in là. ..grazie dottore è stato molto gentile per le sue risposte..buona giornata
[#18] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla,
Buona giornata a Lei.
Dr. Caldarola.