Utente 398XXX
Salve. vi ringrazio in anticipo del vostro tempo.
sono una ragazza di 19 anni e mezzo, mi sono usciti i denti del giudizio in alto negli ultimi due anni,l'ultimo dente è uscito l'anno scorso ma con un percorso molto lento finito poi a luglio per sbucare.
ultimamente sono stata esposta al freddo, e quindi mi è venuta una tonsillite tolta poi dopo qualche giorno di antibiotico, ora a distanza di una settimana mi è rimasta la lingua bianca con dei puntini rossi e delle bollicine rosse in fondo. mi sono preoccupata di hiv ma ho letto su questo sito che questi sintomi sono più specifici per l'aids, inoltre i miei rapporti sono stati due i,brevi e senza alcun contatto di liquido seminale. inoltre sono sicura che il ragazzo fosse sieronegativo siccome mi ha assicurato di sottoporsi a prelievi ogni sei mesi.
non ho una buona igiene orale,soffro spesso da qualche anno di gengive arrossate e di sensibilità ai denti, che mi è tornata in questi giorni, sono stata dal dentista l'anno scorso per un forte dolore al dente convinta che fosse una carie ma mi ha assicurato che non ho nulla, ma questo dolore al dente presiste spesso. ma il mio dubbio ne è un altro, l'ultimo molare cresciuto è rimasto a metà e cresciuto verso la guancia, non lo riesco a vedere ma tramite una foto cheho fatto si vedono tutti i denti allineati tranne quest'ultimo che si vede solo la gengiva gonfia e una piccola parte di dente, cosa che non è successo all'altro, inoltre spesso avverto dei dolori, leggeri ma li avverto. ù
è possibile che sia questa la causa della mia tonsillite? mi sono documentata su siti in cui alcuni dentisti sostengono che problemi di terzi molari cresciuti verso l'esterno o l'interno portano alla tonsillite.
premetto che il mio dentista mi consigliò di usare il filo siccome i molari sono tutti strettissimi tra loro. l'ho fatto per un periodo, ma poi notavo sanguinamento e non l'ho fatto più.
grazie mille del vostro tempo
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
se c'è sanguinamento c'è infiammazione e quindi va fatta l'igiene professionale x eliminare i processi imfiammatori
il filo provoca sanguinamemto se erroneamente utilizzato
la tonsillite non dipende dai denti
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Stefano Princivalle
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROVIGO (RO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Concordo col collega Finotti
Il sanguinamento e' segno di scarsa igiene orale domiciliare,necessita dunque di sedute di igiene orale professionale a cadenza semestrale,istruzione all'igiene orale domiciliare(come usare correttamente filo e spazzolino),utilizzo di un collutorio alla clorexidina al 0,12% per una decina di giorni e sicuramente di estrazione degli elementi del giudizio che a parere del suo odontoiatra sono fattori di rischio per gli altri denti o comunque a rischio di ascessi o pericoroniti ricorrenti.
La tonsillite e' dovuta a infezioni indipendenti dai denti del giudizio.
Cordialita'