Utente 399XXX
Gentili dottori,

io e mio marito siamo alla ricerca di una gravidanza. Premetto che esattamente un anno fa ho avuto un aborto spontaneo alla nona settimana.Dopo dieci mesi di tentativi mirati non sono ancora rimasta incinta. Su consiglio della ginecologa mio marito ha effettuato un primo spermiogramma. Il risultato e' stato preoccupante, con motilita' al 4%. Dopo un mese ha effettuato un secondo spermiogramma e la motilita' era passata al 75%. (L'ospedale in cui e' stato fatto il test e' uno dei centri piu' attendibili nella zona). L'unico provvedimanto preso e' stato che nei 3 mesi precendenti al secondo test, mio marito ha smesso di entrare nella hot tub (cosa che precedentemente faceva 3 volte a settimana).
Come puo' essere interpretato questo cambiamento della motilita'? Sarebbe meglio vedere uno specialista o considerare il problema risolto e continuare a cercare la gravidanza per via naturale?
Ringrazio in anticipo per la Vostra professionalita' e per la Vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,difficilmente é possibile porre una diagnosi avvalendosi dei numeri e delle percentuali espresse dallo spermiogramma che,sottolineo,non hanno una valenza biologica,bensì solo statistica.Solo la correlazione con l'età della partner,il tempo da cui si cerca un figlio,la diagnosi ginecologica e,soprattutto,la diagnosi andrologica,possono dare delle indicazioni probanti sul potenziale di fertilità della coppia.Immagino che suo marito non sia mai stato visitato...Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la sua risposta. Io ho 33 anni e mi sono gia' sottoposta ad ecografia, esami ormonali e tutto e' risultato nella norma. Mio marito (37 anni) ha effettuato due spermiogrammi, il primo dei quali con mobilita' bassissima, il secondo nella norma. Finora siamo stati seguiti esclusivamente dalla mia ginecologa. Visto che dopo l'aborto spontaneo, avvenuto un anno fa, abbiamo fatto tentativi mirati per 10 mesi senza successo, vorremmo capire come procedere. Mio marito dovrebbe vedere un andrologo? dovremmo rivolgerci ad un centro per la procreazione assistita? Oppure visto che il secondo spermiogramma non ha evidenziato nessun problema possiamo continuare a cercare la gravidanza per via naturale?

La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...da ultime informazioni ricevute dall'Alto,i figli si cercano e si fanno in due.Procedere senza chiarire ed ottimizzare il quadro maschile,equivale ad una deliberata volontà affinché una agognata gravidanza sia legata alla casualità,certamente non determinata dai rapporti mirati che minano solamente l'equilibrio sessuale della coppia creando insofferenza e sfiducia.Contatti un esperto andrologo e ne segua i consigli diagnostico/terapeutici.Cordialità.