Utente 396XXX
Salve, un mese fa ho avuto un rapporto sessuale senza protezioni, sebbene non completo, con un ragazzo a cui il giorno successivo è comparsa una macchia bianca sul pene. Sebbene io non avessi sintomi, ho fatto visita ginecologica da cui non è emerso nulla di infettivo, ad agosto avevo fatto il pap test ed era negativo ed anche negativo è il test hiv. Lui si è recato da uno specialista il quale ha riferito che la macchia in oggetto può essere attribuibile a numerose cause e l'ha bruciata con soluzione di ammoniaca. Nonostante il trattamento la macchia, non pruriginosa e non escrescente, è tornata nello stesso punto. Chiedo cortesemente un Vostro gentile parere ed un consiglio circa la via da seguire, sia per lui per capire di cosa si tratta e curarsi, sia per me, ove trattandosi eventualmente di qualcosa contagiosa, vorrei sapere di cosa si tratta e fare eventualmente una cura preventiva. Ringraziando anticipatamente, saluto cordialmente
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima

L'iter da seguire è uno solo: la diangosi dermatologico venereologica; non comprendo per limiti telematici il tipo di trattamento cui è stato sottoposto il ragazzo e il motivo che lo ha cagionato (semprechè di macchia si parli e non di altre cose).

Una macchia bianca può significare tante cose: dalla vitiligo, al lichen sclerosus ad esempio, ma da qui le ipotesi sono poco utili; ritengo però che poco o nulla possa entrarci il rapporto sessuale della sera prima.

Chiarite quindi la diagnosi prima di tutto
cari saluti

Dr Laino

[#2] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2007
Grazie tante per la pronta e gentile risposta Egr. Dr. Laino
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Cari saluti a Lei

Dr Laino