Utente 381XXX
Buongiorno!
Un'amica è portatrice sana di epatite C, un paio di mesi fa nel tagliarsi una goccia di sangue è caduta su di una carta. Io ho raccolto questa carta senza essermi accorta che la carta era sporca. Dopo essermene accorta, ho controllato la mia mano e su di essa non era presente alcuna traccia di sangue visibile ad occhio nudo. La mia mano non presentava tagli, se non una piccola escoriazione sull'indice dal quale pero non è mai uscito sangue ne formata crosticina, una screpolatura insomma. Così sono andata tranquillamente al wc e usato della carta per asciugarmi (sono donna) e solo dopo ho lavato le mani.
La mia domanda è c'è stata qualche possibilità di trasmissione del virus? Magari non avendo percepito ad occhio nudo la presenza di sangue sulla mano...o attraverso anche le vie urinarie?
Inoltre il fatto che adesso avverta un dolore al lato destro dell'addome è solo frutto della mia psiche essendo un po' ipocondriaca?
Grazie dell'attenzione e dell'eventuale risposta. Eventuali chiarimenti sul virus dell'epatite C e sulle modalità di trasmissione potrebbero magari essermi di aiuto per esorcizzare le mie paure. Grazie ancora
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
lei non corre assolutamente nessun rischio di essersi infettata.
Quindi si tranquillizzi.
Sarebbero occorse quantità di sangue ingenti su ferite aperte.
L'HCV non rientra neppure tra i patogeni a trasmissione sessuale.

Una nota a margine: Non esiste un portatore sano di HCV: tutt'alpiù può esistere un soggetto con una bassa carica virale e senza una epatopativa evolutiva HCV relata. Quindi scarsamente infettante.

Cari saluti,
Dr. Caldarola.