Utente 400XXX
Gentile dottore,
due mesi fa mi è stata diagnosticata una cheratocongiungivite,mi hanno ricoverata in ospedale e con una cura a base di antibiotici, che ho continuato a casa ,dopo un mese l'ulcera corneale e l'infiammazione sembrava essere guarita anche se ancora non avevo recuperato del tutto la vista.Verso la meta' del mese scorso pero' l'occhio ha iniziato ad arrossarsi e il medico mi ha consigliato di mettere nettacin,tetramil e xanternet la sera.L'occhio pero' continuava ad essere arrossato.Due settimane fa l'oculista mi ha consigliato di interrompere l'antibiotico e di usare il naaxia perchè a suo parere l'arrossamento poteva essere attribuito ad un fattore allergico dal momento che all'età di 12 anni ho sofferto di congiungivite allergica.Adesso l'occhio è sempre arrossato comunque e mi chiedo se a questo punto sarebbe opportuno cambiare terapia magari usando del cortisone o approfondire l'analisi con altri accertamenti. cosa mi consiglia?inoltre a volte dopo l'uso del tetramil ho degli abbassamenti di vista.Sono stanca ,ormai questa situazione è diventata veramente pesante e vorrei che il mio occhio guarisse.
[#1] dopo  
Dr. Marco Leozappa
24% attività
0% attualità
12% socialità
BRINDISI (BR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Ha eseguito un tampone congiuntivale almeno ?
È portatrice di lenti a contatto ?
[#2] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore,
per avermi risposto sollecitamente.Sono una portatrice di lenti a contatto ,non ho eseguito il tampone congiuntivale ma sono state eseguite delle analisi di laboratorio sulle lenti a contatto che portavo ed è stato trovato un batterio.Ieri sono stata al controllo ,il medico mi ha detto che il rossore è normale e me lo portero' per altri tre mesi circa.Mi ha tolto il tetramil e mi ha dato un gel oculare per cicatrizzare le ferite.cosa ne pensa?