Utente 400XXX
Gentili Dottori,
ho letto in questo sito alcune risposte che alcuni di voi hanno fornito riguardo le possibile tecniche chirurgiche per aumentare le dimensioni del pene.
In particolare nelle ultime risposte 2 specialisti Littara e Antonini propongono 2 tecniche distinte una con lipolifting e una con acido ialuronico per la circonferenza. Entrambi garantiscono i risultati e sostengono che sono assolutamente sicure.
In vari siti sono riportati filmati e foto di interventi eseguiti su peni in teoria normali. (???) Forse non sono così normali o sono io che non so cosa è normale.

Vorrei chiedervi 2 cose:
i risultati di aumento in senso circonferenziale si hanno anche in erezione?

quali dovrebbero essere le misure normali della circonferenza del pene in erezione per un adulto caucasico?

Vedo che le misure vengono prese a circa metà del pene in genere in flacidità.
Personalmente credo che l'unica misura che conta eventualmente è quella in erezione. Mi chiedo quali sono i valori medi per così dire standard e quando si può parlare di pene troppo sottile in erezione.
Buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

vedo che ha già le idee molto chiare su una chirurgia, ancora molto discussa e discutibile, che purtroppo non viene sempre fatta considerando le reali situazioni anatomiche del pene in questione ma solo per sollevare, in moltissimi casi senza alcuna reale prospettiva di risoluzione, il disagio psicologico di molti uomini che credono di avere un pene non adeguato.

Detto questo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/202-misure-pene.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  


dal 2016
Gentile dottore,

purtroppo non ho le idee chiare, anzi ho molti dubbi.
Credo che sia impossibile avere certezze su questo argomento visto che è una chirurgia sperimentale e le opinioni di voi specialisti sono discordanti.
Esistono anche degli interessi commerciali di alcuni, abbastanza evidenti forse eccessivi.

Detto questo chi come me si trova ad affrontare questa situazione di disagio non trova molte certezze ne anatomiche ne terapeutiche.

Rimanendo all'aspetto strettamente anatomico, ho letto il suo articolo in questo sito, Lei indica studi che all'incirca forniscono un valore medio di 12,5 cm per quanto riguarda la circonferenza del pene in erezione.
Se non ho interpretato male, quello dovrebbe essere un valore medio e quindi la norma statistica è data da valori un po' superiori ed un po' inferiori.
Ho capito male? E' quello un valore minimo?

Fino a che valore si può parlare di norma?
Fino a che valore si può parlare di pene "in genere" adeguato?
Circonferenza in erezione. In pratica esiste un minimo sindacale? :-).

Non so se è possibile fornire una risposta.
Cmq grazie.
Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Faccia riferimento a questo studio italiano, il più attendibile, effettuato dalla Clinica Urologica di Firenze e pubblicato sull’"European Urology" che indica misure fatte alla visita di leva di 3.300 soggetti valutati, con età compresa tra i 17 e i 19 anni; qui la lunghezza del pene, allo stato di flaccidità, è risultata in media di 9 centimetri e la circonferenza di 10 centimetri mentre la lunghezza media del pene, stirato e misurato dal pube all’apice del glande (la punta del pene), è stata di 12.5 centimetri, con un minimo di 7.5 ed un massimo di 17.5 centimetri.

Un cordiale saluto.