Utente 400XXX
Gentili specialisti, da circa 3 anni e mezzo soffro di sbalzi di pressione (soprattutto la minima alta) e di extrasistoli quasi giornaliere. Inizialmente mi era stato prescritto lo Zanedip per tamponare, ma si è rivelato subito dannoso in quanto mi dava tachicardia; quindi è stato sostituito dal Carvedilolo 6,25mg, che non era sufficiente per abbassare la minima e soprattutto il problema delle extrasistoli. Premetto che in seguito è stata riscontrata un'insufficienza valvolare aortica medio-lieve.
E' da circa 20 mesi che prendo regolarmente una compressa al giorno di Sequacor 1,25mg e la situazione è migliorata (persistono ancora delle extrasistoli sporadiche).
Purtroppo la situazione è poi precipatata perchè soffrendo di alcune allergie (acari, gatto, cane, graminacee e cipresso) mi sono accorta che alcune volte l'esposizione agli allergeni (soprattutto acari e pelo di animale) mi creava non più rinite e starnuti, ma direttamente crisi d'asma (tosse, formazione istantanea di catarro, chiusura bronchiale e difficoltà respiratoria). Facendo la stimolazione con la metacolina, ho scoperto di essere asmatica e il pneumologo mi ha prescritto due puf di Formodual al giorno che io non sto assumendo per paura di creare interazioni col Sequacor, e in alternativa faccio l'aerosol col corticosteroide Clenil, che mi da un pò di sollievo.
Aggiungo inoltre, che a causa di un reflusso esofageo, assumo 1 compressa di Omeprazolo al dì.
Purtroppo ho saputo che i farmaci beta-bloccanti possono (provocare?) incentivare l'asma.
Ne ho parlato al cardiologo che, perplesso, mi ha detto che per la mia situazione andrebbe bene proseguire col Sequacor, perchè gli altri farmaci mi potrebbero creare tachicardia (che già tendo ad avere), gonfiore alle gambe, vasodilatazione, ecc.
Ora sono disperata, perchè la mia situazione respiratoria si sta aggravando, e il cardiologo mi ha detto di provare a sostituire gradualmente il Sequacor con il Plaunac 20mg.
Sono molto indecisa se assumere il nuovo farmaco, ma del resto non posso nemmeno continuare con l'altro. Ho bisogno di un Vostro consiglio.
Il mio dubbio principale è che la mia asma sia stata causata e peggiorata proprio dal beta-bloccante e sinceramente ho paura che un altro farmaco per l'ipertensione mi possa aggravare sia le extrasistoli che il problema asmatico.
Vi ringrazio anticipatamente per la Vostra disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Direi proprio che sia il caso di evitare il betabloccante. Il Plaunac è un ottimo farmaco e se insufficiente potrà assumerlo con associato un piccolo diuretico (l'idroclortiazide)....comunque dovrà a mio giudizio eseguire un Holter pressorio delle 24 h durante l'attuale stagione invernale per stabilire l'efficacia della terapia antipertensiva.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottor Rillo, la ringrazio per i consigli che mi ha dato e le chiedo un'ulteriore informazione. Vorrei sapere se secondo lei questo farmaco (Plaunac) può farmi venire tachicardia o extrasistoli, perchè il beta-bloccante serviva proprio ad evitare ciò, e se è si cosa posso fare o cosa posso prendere (ansiolitici?...anche se so che anche quelli fanno male per l'asma perchè rallentano il tono del respiro).
La ringrazio e mi complimento per il Suo lavoro.