Utente 282XXX
Buonasera.
Mi chiamo Silvio ho 22 anni ed è dall'età di 16 anni che soffro di un ormai insoppostabile disturbo.
Devo fare una lunga premessa perchè la situazione è complicata ed il problema dura da ormai 6 anni e non sono ancora riuscito nè a risolverlo nè a capirne la natura...
Ho cominciato a fare sport all'età di 6 anni (calcio) fino all'età di 16, sport abbandonato perchè non ne avevo più voglia,(maledetto il giorno)era un periodo in cui non me ne fregaba di niente stavo con i miei amici uscivo la sera e mi divertivo,era anche da un paio di anni che fumavo spinelli,ed una sera d'inverno inaspettatamente ho avvertito un senso di mancanza di respiro,ed ho dovuto abbandonare il posto (al chiuso) dove mi trovavo...
La mia vita è andata avanti con questo problema per circa 2 anni...dopodichè ho esposto il problema ai miei genitori (solo dopo che finii al pronto soccorso per una crisi del genere)
si è aperto il capitolo ansia e attacchi di panico di cui sono diventato uno specialista leggendo migliaia di libri sul problema e andando dallo psicologo nel frattempo abbandonando gli spinelli.
Il problema non sono riuscito minimamente a risolverlo pur sapendo che questi problemi sono lunghi da risolvere...
nel frattempo mi è stato trovato un tumore al testicolo e tutta la mia attenzione si è spostata su questo problema fatte operazioni e chemio ed arrivato a 22 anni adesso faccio solo dei controlli periodici, ma per cercare di farvi capire il problema la mia vita è stata segnata molto di più dal problema del respiro che dalla malattia (con tutte le dovute proporzioni)nel frattempo mi sono accorto che il mio problema è dato da altre cose ad esempio se esco la sera con gli amici e faccio tardi tipo l'una o le due di notte la mattina dopo mi alzo e subito appena apro gli occhi sento che mi manca il respiro, o ad esempio se vado a correre una mezz'oretta non sento nessun particolare problema mentre stò correndo,però quando torno a casa e mi faccio una doccia (passano circa 20 minuti) inizio a sentire la mancanza di respiro che è persistente e mi rende debole e affaticato, questo mi rende agitato e così mi irrigidisco vado in tensione mi viene l'ansia,e questo stato può durare anche tutto il giorno.
Questo problema da 6 anni. ed ho fatto molte visite, esami del sangue, elettrocardiogrammi, spirometrie, test da sforzo, ecodoppler consulti da vari medici passando dal primario in cardiologia del san raffaele ai migliori chirurghi dell'istituto dei tumori di milano ma non è mai stato riscontrato niente fuori posto a parte che io non ho risolto il mio problema e io mi stò veramente rovinando la vita.
Grazie.e scusate se per la lunghezza del racconto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Se le indagini cardiologiche (visita, ECG, Ecocardiogramma e test da sforzo) fossero state eseguite quando la sintomatologia era gia' iniziata e se il risultato (come mi pare di capire dalla sua richiesta di consulto) fosse sempre negativo, da cardiologo posso sostenere che la cuasa dei suoi sintomi non sia da ricercare nell'apparato cardiovascolare.


A disposizione per eventuali ulteriori consulti inerenti alla mia specialita'
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2007
Buonasera.
Innanzitutto ci tenevo a ringraziarla per l'interesse e per la risposta.
Devo ammettere che non ho mai fatto un'esame cardiologico con la presenza del sintomo...
ma ad esempio non sarei sicuramente in grado di sostenere un ecocardiogramma da sforzo.

Inoltre mi interesserebbe molto sapere se lei è riuscito a capire anche vagamente che tipo di problema può essere e l'entità di esso in base alle informazioni che le ho dato.

Grazie.