Utente 348XXX
Buongiorno,"approfitto" della vostra disponibilità per chiedervi una vostra opinione e eventuali consigli per dei problemi che sto avendo, ovvero forti dolori durante i rapporti sessuali completi. Spiego meglio tutta la situazione.
Io e il mio ragazzo abbiamo avuto durante la nostra storia circa due anni in cui tutto andava più o meno bene, ovvero alcuni problemi di inserimento non proprio agevole del suo pene nella mia vagina, ma complessivamnete il problema era trascurabile, e comportava dolore solo durante la fase di inserimento e in casi rari.
Successivamente, ci siamo accorti che i preservativi che avevamo sempre utilizzato senza problemi risultavano troppo stretti. Abbiamo quindi cambiato marca.
Ora non ricordo se i problemi siano iniziati esattamente dal momento in cui i soliti preservativi erano stretti o qualche mese dopo.
In pratica ho iniziato ad avere dolori durante il rapporto, tali da renderli spiacevoli e dolorosi per me e da dover in terrompere per il forte dolore/bruciore quasi subito oppure da dover sopportare dei dolori forti. Abbiamo anche provato preservativi in poliuretano, ma il problema resta.
Nell'ultimo anno, direi che è quasi impossibile portare a termine un rapporto " normale", poichè io posso anche stringere i denti e sopportare, ma dopo quache minuto il dolore è troppo e ovviamente anche il mio ragazzo lo precepisce e si ferma.
Nonostante abbiamo anche usato abbondantemente lubrificanti e io sia rilassata il suo organo pare essere largo per me e sia al momento dell'ingresso che dopo il rapporto è doloroso.
Abbiamo visto che i preservativi giusti per lui sono una taglia XL, le taglie standard sono strette. Ho fatto due visite dalla mia ginecologa. Durante la prima mi ha visitato a fondo, ma fisicamente è tutto a posto.
Ho spiegato che la mia impressione è quella di essere stretta per lui e lei mi ha detto che io come donna come dimensioni sono abbastanza stretta, ma che le mie dimensioni non sono patologiche.
Mi ha prescritto un lubrificante . Anche con lubrificante la situazione non è cambiata. Alla seconda visita le ho riferito questa cosa e abbiamo anche parlato di eventuali contratture da ansia, ma lei ha detto che per lei le cause non sono psicologiche; ha però sottolineato che con una taglia xl ci possono essere questi problemi.
Un giorno è successo che abbiamo tentato e che il suo pene sia entrato senza dolore e per poco tempo l'atto è andato avanti senza nessun problema, ma poco dopo abbiamo dovuto interrompere perchè non era abbastanza eretto per procedere oltre e mi ha detto che lui se ne era accorto mentre metteva il preservativo ma pensava di "rimettersi", ma io non sapevo che le sue dimensioni non erano quelle che doveva avere, l ho saputo solo dopo, per me era tutto come sempre.
Cosa pensate di questa situazione? La ginecologa ha escluso problemi psicologici. Temo che tutto questo possa avere ripercussioni in futuro per lui. Avete consigli medici per risolvere questo problema? Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Cesare Gentili
28% attività
20% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il problema è che talvolta esistono incompatibiltà anatomiche di coppia sulle quali non è facile intervenire.
Consiglierei al suo partner una visita urologica per valutare se e come mai nel corso del tempo le dimensioni del suo organo sono cambiate
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera, la ringrazio molto per la sua risposta.Seguiro' il suo consiglio.
Le auguro buona serata.
Cordiali saluti