Utente 400XXX
Salve vi scrivo per avere un consulto online per una questione che mi crea imbarazzo recarmi presso il mio medico curante.
Per motivi personali mi capita di avere rapporti sessuali sul pavimento.
I continui sfregamenti sula superficie dura mi hanno creato un rigonfiamento duro grande circa come una prugna nella zona Dell osso sacro.
Esiste un tipo di crema o altro per sgonfiare l area interessa?
Grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
indipendentemente dalla sua attività sessuale, in considerazione del rigonfiamento in corrispondenza dell'osso sacro sarebbe utile una valutazione dal suo medico curante per escludere la presenza di una cisti pilonidale (sinus pilonidalis).
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Andrea Angelini
24% attività
16% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Gentile utente,
la regione sacrale è una sede dove difficilmente un'attività di "sfregamento" o pressione prolungata possano creare dei rigonfiamenti.
E' necessario a mio avviso effettuare una valutazione clinica in quanto bisogno escludere altre cause di possibili tumefazioni. In presenza di tumefazioni voluminose (dimensione di una prugna), soprattutto se con crescita progressiva ed in assenza di una causa accertata è indicata una valutazione specialistica, per non sottovalutare patologie importanti (cisti pilonidale come suggerito dal collega, ma anche lesioni di natura oncologica).
Se il curante ritiene sia indicato, esegua anche qualche esame di imaging (es: Rx e Tc del bacino).
[#3] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Salve,
come già consigliato, è opportuno una valutazione medica per valutare il suddetto rigonfiamento a livello sacrale ed eventualmente eseguire degli esami di imaging. In questo caso, potrebbe essere utile inizialmente un'ecografia e valutare se la tumefazione è di pertinenza del tessuto sottocutaneo (come per sinus pilonidalis) o del tessuto osseo che, invece, richiederebbe ulteriori esami di imaging, come suggeriti dal collega.
Cordiali saluti.