Utente 400XXX
Salve a tutti i medici che ringrazio anticipatamente, sono un ragazzo di 20 anni da pochi mesi ho una relazione con una ragazza che mi piace tanto ed io piaccio tanto anche a lei qualche giorno fa abbiamo avuto il nostro primo rapporto orale, dopo un cunnilingus lei è venuta e fino a qui tutto tranquillo quando poi è toccato a me ed io ho impiegato un po' ad eccitarmi sono venuto ma l'erezione non è stata come quando sono da solo infatti mi sono sentito insoddisfatto ma non per lei, per me. Però anche quando sono da solo ci metto un po' ad eccitarmi ho una vita sedentaria sono 125kg per 1,88 cm prima di fidanzarmi con questa ragazza sono stato per un anno single perché uscito da una relazione che mi ha fatto a livello psicologico del male ho avuto poi problemi di ansia tachicardie ecc da ecocuore eltterocardiogramma enzimi non è uscito nulla nemmeno dalle analisi del sangue se non un po' di emocromo alterato per precedente febbre e poi mi è stato detto che ansia stress ecc indeboliscono il sistema immunitario, ho sofferto amche di mal di testa che pensavo chissa cosa fosse ma il neurologo disse che era tutto ok feci cura con neurapass forte prima di tutto questo ho avuto una steatosi epatica per via di un alimentazione scorretta, l'ho curata con dieta e con biotad plus ma poi ho ripreso a mangiare e non mi faccio conteolli da 7/8 mesi quello che mi preoccupa ritornando alla questione sessuale e che quando io mentalmente mi sento eccitato lei mi bacia mi stringe mi fa venire i brividi io ho bisogno di toccarmi per farlo venire duro mentre ad altri avviene spontaneo anche solo con un bacio... vorrei saperne di più a riguardo perché sono davvero in ansia buonagiornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,prescinda da ciò che sente da altri e,onde evitare la scontato condizionamento psicologico,se ha dubbi circa la qualità della erezione,contatti uno specialista reale che,con una diagnosi di primo livello possa dare una valenza obiettiva al disagio riferito.Va da se che la funzione erettile,in quanto vascolare,pretenda un equilibrio metabolico.Cordialità.