Utente 240XXX
Gentilissimi

Su consiglio del mio fisiatra ho effettuato una rnm al rachide lombare.
Purtroppo è in viaggio (lungo :-() e non riesco a mettermi in contatto.
Al suo rientro farò sicuramente una visita ma nel frattempo vorrei sapere se posso "finirla di angosciarmi"... i referti sono sempre terrorizzanti. Sono consapevole che non si può dare un parere senza vedere l'rnm


-----------------

Rachide lombare in modesta scoliosi a medio largo raggio sinistroconvessa con riduzione lieve della lordosi fisiologica. In L1L2 aspetti degenerativi del disco con spazio intersomatico ridotto e discreto bulging circonferenziale, più evidente sede laterale sinistra. In L2L3 e L3L4 non evidenti compressioni discali. In L4L5 spazio intersomatico ridotto con disco degenrato e fissurazione dell'anulus in sede centrale con modesta protusione che impronta lievemente il sacco durale. Iniziali aspetti degenerativi a sede apofisaria. In L5S1 protusione discale mediana paramediana destra senza evidenza di conflitto. Sospettabile spondilolisi interapofisaria sinistra che da confermare con radiografie in proiezione obliqua. Aspetti degenerativi apofisari. Non stenosi del canale lombare nè alterazioni di segnale apprezzabile del cono midollare e della cauda.

-----------------

Grazie

saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
per quanto, come dicevano i latini, "examen periculum est" mi pare che il quadro RM della sua colonna possa tranquillizzarla e che lei possa aspettare il ritorno del Fisiatra per concordare la terapia.
Si tranquillizzi.
Saluti,
Dr. Caldarola
[#2] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora, il referto della RM evidenzia una artrosi lombo sacrale con discopatie multiple e qualche protrusione discale.
Certamente soffrirà di lombalgie con saltuarie o persistenti sciatalgie. Comunque nulla di preoccupante, ma ovviamente lei deve curarsi eseguendo preliminarmente una visita specialistica ortopedica nella sua città; quindi dopo la diagnosi clinica dello specialista ortopedico fara' della fisiochinesiterapia idonea oltre a terapia farmacologica, magari affidandosi anche al Fisiatra .

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Grazie a tutti per le risposte.

Il mio fisiatra è tornato e mi ha tranquillizzato. Ritenete opportuno fare un passaggio anche da un ortopedico?

saluti

[#4] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certamente per fare una diagnosi clinica precisa , per un esame della rm del rachide, lo specialista ortopedico è quello piu' idoneo.
Poi se dovrà eseguire della fisiochinesiterapia, il Fisiatra è sempre da interpellare.
Saluti