Utente 398XXX
Buonasera, volevo gentilmente un vostro parere su un dubbio su l'esame holter.
Circa un mese fa il medico dopo vari episodi di extrasistoli (anche forti) e dopo aver eseguito un ECG, dove è stata diagnosticata una tachicardia sinusale e un'impurità sistolica puntale mi ha prescritto un esame holter cardiaco 24H, ieri l'ho eseguito fino a stamattina però in questo arco di tempo non ho sentito extrasistoli.
Detto questo volevo sapere se il cardiologo, nonostante io non abbia percepito extrasistoli in queste 24H, può ugualmente diagnosticare qualche problema, qualora ci fosse esaminando l'holter.

Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Se ci sono state extrasistoli che lei non ha avvertito, l' Holter le avrà registrate. Se non ha avuto aritmie -ovviamente- no!

Molto spesso si tende a esagerare con la prescrizione di Holter, con il rischio di afre l'esame per niente. Ha senso fare l' esame se le aritmie sono molto frequenti (nel senso che sono presenti tutti i giorni o quasi). Se invece compaiono solo a periodi, il rischio è quello di fare l' esame per nulla.

Esistono dei registratori che possono essere utilizzati per più giorni e attivati solo quando compaiono le aritmie.
[#2] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la sua gentile risposta.