Utente 334XXX
Salve a tutti,
la mia domanda ha un carattere prettamente "scolastico": astenia e affaticabilità possono aumentare la concentrazione plasmatica di un farmaco? E, qualsiasi sia la risposta (sia vera o falsa) qual è la ragione?
Grazie a tutti coloro che mi risponderanno,
buon lavoro

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
la concentrazione plasmatica di un farmaco, per dirla in soldoni, dipende dal suo assorbimento, enterale o parenterale (IM o SC) o dalla sua "cinetica" nel caso di somministrazione EV dove il problema assorbimento non esiste più.
Dipende da altri fattori, il passaggio attraverso il fegato oppure no...
Capisce che non le posso fare una lezione sulla Farmacocinetica o sul volume di distribuzione o sull'emivita su MI+.....
Ma lei vuole sapere se astenia e affaticabilità possono dipendere da un aumento della concentrazione plasmatica del farmaco, rispetto a quella prevista, o se le prime due condizioni possono far aumentare la concentrazione plasmatica?
In questo caso la risposta è no.
Nell'altra ipotesi con alcuni farmaci il fenomeno può verificarsi e può essere necessario eseguire una titolazione sierica del farmaco.

Cari saluti,
Dr. Caldarola
[#2] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
Si mi interessava sapere se astenia e affaticabilità potevano far aumentare la concentrazione plasmatica di un farmaco... immaginavo la risposta fosse no ma mi interessava capire il perchè...in poche parole.
Grazie per l'attenzione e la sua risposta dott. Caldarola