Utente 244XXX
Gent.mi,
Da diversi mesi mia moglie (a. 63, peso 63kg., alt. 160) avvertiva un dolore (non forte) al centro del torace (non estensione alle spalle o alle braccia), associato ad affaticamento nel camminare o salire le scale, con dispnea.
Premetto che circa 15 anni fa è stata operata di ernia iatale, ha smesso di fumare dal 1° giugno del 2015 e da quel momento a oggi è aumentata di peso (circa 6 kg.) Riporto gli eventi in ordine cronologico:
12/06/2015 – ECG a riposo: "Cardiopatia sclero-degenerativa con conservata funzione sistolica e segni di alterato rilasciamento diastolico. Lieve-moderato rigurgito mitralico e lieve tricuspidalico. Non segni di ipertensione polmonare. Si consiglia test ergonometrico a completamento".
02/07/2015 – ECG da sforzo: "Prova massimale, all’acme dello sforzo dolore epigastrico, non modifiche dell’ECG. Normale aumento dei valori di P.A. e F.C. Nessuna significativa anormalità del ritmo. Paziente con riferita familiarità per C.I. e patologia dell’aorta. Il test non evidenzia alcuna alterazione ecografica indicativa di ridotta riserva coronarica, tuttavia, una volta esclusa una eventuale recidiva della patologia gastrica, appare opportuno studio TAC delle coronarie e dell’aorta toracica".
26/12/2015 - A seguito di agitazione nervosa ha avvertito un forte dolore al petto della durata di circa due ore associato a dispnea. Al pronto soccorso (per la verità il mattino del giorno dopo) che ha rilevato quanto segue :
"- Ieri pomeriggio dolore toracico a riposo, atipico, sensibile agli atti del respiro, di lunga durata alleviato dopo ansiolitici;
- Attualmente asintomatica;
- Obiettività negativa;
- Trattata con gastroprotettori;
- ECG non patologico;
- ECOCARDIO: normale cinetica (credo, non è molto chiaro), lieve I.M.;
- Vista la riferita familiarità (due fratelli che hanno avuto problemi cardiaci) si consiglia curva enzimetrica, in osservazione;
- Marcatori cardiaci : Troponina T 116,8 (v.n. 0,0-14,0) – Ck-mb 6,36 (v.n. 1,39-6,22)."
29/12/2015 - Visita cardiologica di cui riporto il referto :
"Anamnesi cardiologica: da diversi mesi dolori precordiali da sforzo. Test da sforzo a luglio u.s. interrotto per sintomi.
EOC : toni netti pause libere. P.A. 115/65. ECG : normale. ECOSCOPIA : ventricolo sinistro normale.
Utile coronarografia diagnostica".
05/01/2016 - Analisi del sangue (riporto solamente il valore dei marcatori cardiaci):
"Troponina T 7,03 (v.n. 0,0 – 14,0)
Mioglobina : 36,0 (v.n. 25,0-72,0)".

21/1/2016 - Coronarografia diagnostica di cui riporto il referto :

"L’esame coronarografico eseguito in paziente con dolore toracico a seguito di test ergonometrico dubbio, ha evidenziato circolo coronarico epicardio indenne da lesioni angiograficamente significative. Si dimette asintomatico".

A brevissimo effettuerà una visita gastroenterologica presso lo stesso medico che l'ha operata 15 anni fa.
Ritenete opportune altre indagini? E quali?
Grazie. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La coronarografia non ha messo in evidenza patologie a carico dei rami coronarici principali.
Resta tuttavia il fatto che dopo il dolore la Signora ha presentato un movimento enzimatico e pertanto sarebbe opporuno valutare con una scintigrafia miocardica da sforzo una eventuale patologia ischemica a carico dei piccoli vasi.

Ne parli con i suoi cardiologi

cordialita'
cecchini