Utente 400XXX
Salve,
la mia partner abituale ha scoperto durante un test di routine di essere affetta da HPV (infettata probabilmente dal suo ex ragazzo per rapporti durante la presenza di condilomi nella zona genitale di lui). La visita specialistica ha escluso la presenza di lesioni interne, verruche o condilomi.
Nell'ultimo mese abbiamo avuto numerosi rapporti non protetti. Automaticamente mi sono infettato pure io, o l'assenza di lesioni, condilomi e verruche esclude il contagio?
Eventualmente, il ceppo di virus è lo stesso della mia compagna o varia a seconda del corpo in cui si annida? Esistono test specifici per poter far chiarezza sul mio contagio? Attualmente siamo in attesa del risultato del DNA sul virus che ha colpito lei, e brancoliamo nel buio sulla mia situazione.
In attesa di un riscontro, salutiamo cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

potrebbe essere utile eseguire un semplice tampone dei genitali, glande e prepuzio in particolare, per fare pure lei la ricerca del DNA del HPV ed individuare quindi la presenza eventuale dei rispettivi sottotipi.

Questo test potrebbe indicarci quasi tutte le risposte ai suoi numerosi quesiti.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  


dal 2016
Gentile dottore,
La ringrazio per la tempestiva risposta.
Sono in attesa di fare i test da lei indicati. Nel frattempo potrei sapere se l'assenza di condilomi e verruche nella mia partner abbassano o escludono il rischio di contagio?
Ho letto che l'essere infetto dal virus non significa essere portatore dello stesso, ma è la sua manifestazione clinica (verruche e condilomi assenti al controllo specifico) ad essere infettante.
C'è un fondo di verità, oppure l'aver avuto rapporti non protetti con una persona infetta mi ha trasmesso il virus in modo immediato e automatico?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il periodo finestra tra il presunto contagio e le eventuali manifestazioni cliniche, condilomi compresi, è di circa sei mesi.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  


dal 2016
Gentile dottore,
La ringrazio per l'attenzione al mio caso, ma non riesco a capire se l'aver avuto rapporti non protetti con una persona infetta mi ha trasmesso il virus in modo immediato e automatico, o l'assenza di manifestazioni cliniche abbia abbassato il rischio di trasmissione del virus.
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'aver avuto rapporti non protetti con una persona infetta non le ha trasmesso il virus in modo immediato e automatico, bene fare il test già indicatole; infine l'assenza di manifestazioni cliniche non ci dice nulla e lei deve essere monitorato dal suo andrologo per almeno sei mesi dall'avvenuto supposto rapporto a rischio.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  


dal 2016
La ringrazio nuovamente per la risposta e rileggendo la mia domanda mi rendo conto di non aver esposto il problema nel modo corretto. L'assenza di manifestazioni cliniche è relativo alla mia compagna, perciò chiedevo se l'assenza di condilomi e verruche constatato nella visita specialistica a lei, abbia abbassato il rischio di aver contratto il virus. In ogni caso andrò prontamente a fare tutti i controlli del caso.
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Risposta sintetica: no!