Utente 789XXX
Salve, circa un mese fa, ho iniziato ad accusare mal di testa quotidiano, nel pomeriggio. Dopo circa 10 giorni mi sono recato dal medico di famiglia, che mi ha drtto che si tratta di mal di testa tensivo. Poi, misurando la pressione, ha riscontrato una ipertensione. Dopo pochi giorni mi sono recato nuovamente dal medico, in quanto accusavo un'accelerazione del battito cardiaco in seguito a piccoli sforzi, riscontrando una tachicardia. Pertanto ho fatto un elettrocardiogramma, dal quale è emerso un soffio sistolico di ndd in ipertensione arteriosa b-1. Pertanto il cardiologo mi ha detto di non preoccuparmi, dato che al 90% il soffio era dovuto alla mia magrezza e giovane età. Invece, l'ipertensione e la tachicardia sono dovute a cause emotive, di fatti questo è un periodo un po particolare...Mi ha tuttavia consigliato un ecocardiogramma (risultato normale) e un ecografia ai reni e alle ghiandole surrenali (sono attualmente in attesa di effettuare questo esame). Vorrei sapere, se secondo voi posso stare tranquillo. Inoltre ultimamente sto avendo fastidi all'udito ad entrambe le orecchie(in particolare ronzii e abbassamento dell'udito, della durata di pochi secondi). Secondo voi può dipendere dlkla pressione alta, oppure devo preoccuparmi? Preciso che sto usando da 10 giorni Tetralysal, per curare l'acne, può dipendere da quello? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, sebbene non ci abbia fornito i suoi valori pressori, visto l'esito dell'ecocardiogramma e in attesa dell'ecografia renale e surrenale, nel caso anche questa risultasse negativa, in linea di massima può stare tranquillo e considerare le alterazioni pressorie e la tachicardia come eventi legati all'ansia o al suo particolare stato emotivo. Per quanto riguarda il tetralysal, è un antibiotico che non determina tra gli effetti avversi rialzi pressori. Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 789XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio, i valori pressori oscillano fra i 110/70 ai 150/100, a seconda delle giornate... Secondo lei, il ronzio alle orecchie può dipendere dall'antibiotico? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, visti i suoi valori pressori e la sua giovane età, al fine di escludere del tutto uno stato ipertensivo sarebbe utile nel caso in cui ancora non Le sia stato consigliato, praticare un esame delle urine, un esame del fondo oculare ed un Holter pressorio. I ronzii auricolari possono sicuramente essere espressione di rialzo pressorio (nel caso in cui le ricapitassero cerchi se possibile di misurare la pressione in quel momento).
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 789XXX

Iscritto dal 2008
Grazie nuovamente per la risposta, l'esame del fondo dell'occhio mi era stato prescritto, ma dato che ho già fatto una visita oculistica ad aprile, il mio medico non ha ritenuto necessario ripetere l'esame. L'holter pressorio non sò cosa sia, per l'esame delle urine, il cardiologo mi ha chiesto se ho fatto di recente analisi del sangue, e gli ho risposto che avevo da poco donato il sangue, quindi non ha ritenuto necessario l'analisi del sangue.