Utente 401XXX
Salve, da un paio di anni quando mi guardo allo specchio e nelle foto, noto un mento molto sporgente, asimmetrico, come del resto la mandibola...
Ho 20 anni, sono stato seguito da un odontoiatra da quando ne avevo 6, ho utilizzato dapprima una "mascherina" in silicone per entrambe le arcate, poi ho portato l'apparecchio fisso solo per l'arca superiore, infine un byte in un materiale plastico rigido sempre solo sopra fino a 15 anni...morale della favola, intanto che si andava a vincolare l'arca superiore, quella inferiore é degenerata a causa degli ottavi che spuntavano in maniera anomala, provocando affollamento e dunque malocclusione.
L'odontoiatra che mi ha seguito, per cercare di riparare e fare spazio, mi ha estratto gli ottavi superiori(perché dall'opt i settimi stavano uscendo inclinati) ed inferiori(4 in tot).
Allora, sono una matricola di medicina, non mi intendo assolutamente di odontoiatria, per cui, secondo voi cosa dovrei fare con un mento sporgente, mandibola asimmetrica, affollamento dentale dell'arcata inferiore e arcata superiore decisamente anteposta e "compressa", nel senso che la concavità dell'arcata superiore è più stretta del normale?
Potrei sembrare alquanto ipocondriaco dopo questa descrizione dei sintomi, tuttavia non gli ho dato mai tanto peso, vorrei fare qualcosa perché il dolore che avverto a livello del condilo diventa sempre più insopportabile e percepisco degli strappi sempre piú frequenti al livello del legamento che unisce la mandibola alla mascella.
Cordiali saluti e grazie in anticipo.
Ps: Non ho ancora cominciato anatomia 1, chiedo venia per non aver adottato un registro linguistico consono.

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
pensio si un terzaclasse e mi sembra che nulla si sia fatto x correggerla
le terapie ortodontiche devono essere effettuate normlmente ad entrambe le r ate per renderle simmetriche
la possibilità che sia una terza classe chirurgica , eventualmente compensata, che necessita di terapia ortodontica e chirurgica associata è elevata stando alla sua descrizione
si rechi x un consulto da un collega specialista in ortodonzia che saprà studiare la sua situazione e chiarirle l'eventuale piano terapeutico
la presenza di una patologia articolare associata è frequente nelle mandibole " incarcerate" bloccate nel loro sviluppo dall'arcata superiore e da questo punto di vista necessita di una valutazione gnatologica ch spesso non fa l'ortodonzista
cordiali saluti ed in bocca al lupo per gli studi