Utente 380XXX
Buongiorno egregi dottori....vi scrivo per una mia delucidazione in base ad un problema che ho....mi sono sottoposto a controlli cardiologici con i seguenti risultati: visita cardiologica con ecg tutto ok, ecocardiogramma tutto ok tranne lieve incontinenza sulla valvola mitrale e tricuspide, ecg da sforzo tutto ok tranne qualche extrasistole sopraventricolari che hanno ritenuto benigne, holter cardiaco tutto ok tranne due extrasistole sopraventricolari che hanno ritenuto benigne, spirometria e visita pneumologica tutto ok, analisi tutto ok, soffro di ipotiroidismo curato con eutirox, di ernia iatale da scivolamento con gastrite, ipertrigliceridemia, ipertensione curata con coverlam 10/5mg, e nel 2008 ho eseguito un'ablazione per fibrillazione atriale idiopatica con risultato eccellente senza avere avuto piu' nessun'altro episodio, assumo sotalex 80mg 2 compresse al giorno con cardioaspirinetta. La mia domanda è questa: è una settimana che sono a dieta con un nutrizionista, e faccio attività fisica con tapis roulant, e da qualche giorno mi si è presentata una bradicardia con pulsazioni che sono arrivate fino a 51 battiti a riposo, durante la notte avverto brividi di freddo e tremolio interno tra il petto e la pancia con paura di un'altra comparsa di fibrillazione che invece non è, e mi risveglio con mancanza di respiro e fiatone per capirci, stanchezza e ovviamente sonnolenza, e poi quando arriva il momento di fare tapis roulant avverto delle extrasistole e facendo appunto tapis roulant spariscono.....sapete dirmi gentilmente cosa può essere e se devo preoccuparmi? Grazie e saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Due domande si impongono:

Da quanto tempo si allena sul tapis roulant?

Il nutrizionista è un medico o altro?

La prima ipotesi che farei è che forse la dieta non sia ben bilanciata, o che ci siano degli integratori che potrebbero interferire con il metabolismo del sotalolo aumentandone l' effetto.

Ultima domanda: anche se ha fatto l' ablazione è ancora indispensabile il Sotalex??
[#2] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dottoressa e grazie per la risposta....dunque....sono 10 giorni che mi alleno sul tapis roulant, il mio nutrizionista è un medico e mi ha dato la dieta in base a quello che faccio il giorno....cioè ben poco visto che purtroppo non lavoro....non uso nessun tipo di integratori....e il sotalex mi è stato consigliato di prenderlo ancora....anche perché la bradicardia è comparsa da due o tre giorni....
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sembra poco probabile che in soli 10 giorni di allenamento la frequenza cardiaca si sia abbassata.

Senso di freddo, affaticamento, sonnolenza fanno pensare a un dosaggio insufficiente di Eutirox.

Forse è ora di ricontrollare gli ormoni tiroidei.

Se la bradicardia le dà fastidio, può ridurre il Sotalex a 40 x 3, e poi riparlarne con i suoi cardiologi.
[#4] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
I dosaggi dell'eutirox vanno bene perché i risultati li ho ritirati ieri e sono ok....sinceramente la bradicardia non mi da fastidio ma avevo paura di questi battiti bassi che vanno da un minimo di 51 ad un massimo di 59 visto che ne ho quasi sempre 64/68 battiti....grazie
[#5] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Allora non si preoccupi... insista con l' allenamento e probabilmente starà meglio; eventualmente consideri con i suoi cardiologi la possibilità di ridurre il sotalex.
[#6] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Ok grazie dottoressa....e cosa ne pensa di queste extrasistole e di queste lievi incontinenze sulla valvola mitrale e tricuspide? Devo preoccuparmi?
[#7] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Extrasistoli che si riducono sotto sforzo sono benigne.
Un lieve rigurgito tricuspidale è fisiologico, per la mitrale comunque abbastanza frequente.
[#8] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Quindi posso stare tranquillo? Ma allora mi pongo una domanda...ma se cardiologicamente parlando non ho nulla, e queste extrasistole compaiono un po' più frequentemente rispetto a prima, a cosa lo debbo attribuire? Al fatto che sono ansioso? Oppure al fatto che ho un ernia iatale da scivolamento con gastrite? Visto che quando compaiono queste extrasistole facendo continue eruttazioni scompaiono? Grazie....Saluti!
[#9] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, spesso le extrasistoli diventano più frequenti a causa di spine irritative gastriche. Il nervo ricorrente, che influisce sulla frequenza cardiaca, passa attraverso lo stesso forame attraverso cui passa l'esofago. Qiondi la distensione gastrica o un' ernia possono irritarlo.