Utente 401XXX
Buonasera,

mi chiamo Giovanni, ho 29 anni e mi sono sottoposto in data 21 dicembre a un intervento PRK. Sono tornato al lavoro lo scorso 21 gennaio e, nonostante il bruciore sia diminuito notevolmente, ho ancora qualche episodio di fastidio agli occhi e una vista non del tutto nitida. Sto continuando la terapia prescritta dal mio medico che prevede cortisone e lacrime artificiali. La prima settimana di febbraio dovrei partire per questioni lavorative e raggiungere il Sud America. La mia domanda è: posso prendere l'aereo (circa 9 ore di viaggio) senza preoccuparmi di eventuali conseguenze post operatorie (pressione all'interno del velivolo per esempio)? E, in conclusione, ci sono precauzioni particolari che devo adottare recandomi in Guyana Francese?

Grato per il tempo che mi dedicherete.

Cordialmente,

Giovanni.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
Giovanni

metta spesso lacrime artificiali durante il volo

e sia in volo che a terra stia attento alle infezioni.

Usi gli occhiali da sole ed il cappellino in luoghi aperti o assolati

[#2] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dott. Marino,

La ringrazio per la risposta. Ci sono farmaci o terapie a uso preventivo per evitare le infezioni? O devo fare semplicemente attenzione così come la faccio già qui in Italia?

Grazie ancora,

Giovanni
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
faccia attenzione


ma nei luoghi affollati molto di piu’


lavi spesso le mani ed eviti di toccarsi gli occhi
[#4] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
Salve Dott. Marino,
scusi se la disturbo ancora, volevo chiederle cosa potrebbe comportare una congiuntivite causata dal virus Zika.
Visto il poco tempo intercorso dall'operazione, ci sono rischi maggiori o complicanze gravi rispetto ad un occhio non operato?
Posso ancora considerare la possibilità del viaggio?

Grazie per il tempo dedicatomi.
Saluti
Giovanni