Utente 850XXX
Buonasera,
nel febbraio del 2006 all'età di 34 anni mi sono sottoposto a una operazione per correggere un problema di varicocele sx, data la mia oligospermia.Sapevo che l'intervento forse non avrebbe cambiato di molto il mio stato ma decisi comunque di provare visto che con mia moglie volevami avere un bambino senza sottoporci a PMA.L'operazione durò circa 40 minuti e rimasi una notte in ospedale;il giorno dopo venni dimesso.La cosa mi sembrò subito un pò strana, l'urologo che mi operò non mi prescrisse nessun antibiotico, solo aulin nel caso si fossero presentati dolori.Dopo circa 10 giorni, di notte la ferita operatoria esplose letteralmente facendo fuoriuscire materia bianca e un liquido di colore rosa.Il giorno dopo mi recai dal mio medico che mi pulì,mi prescrisse amoxicillina e mi diede altri 10 giorni di riposo dal lavoro.Mi recai da lui a giorni alterni per la pulizia della ferita e il tutto sembrò risolversi.Dopo 6 mesi feci lo spermiogramma: azospermia.Da allora sono passati 2 anni e mezzo ma la situazione non è cambiata.Un altro urologo, a cui ho chiesto un secondo parere mi ha sottoposto a ecodopler scrotale da cui risulta tutto in ordine, mi ha detto che l'infezione ha creato un ostruzione.
Io ho continui dolori al testicolo sx dati dall'epididimo continuamente infiammato, non riesco più a fare sport, mi sembra di vivere un incubo!!Dalla cartella clinica si evince che non mi hanno somministrato antibiotici dopo l'operazione e come ho detto non mi hanno dato nulla da prendere nemmeno a casa.
La mia domanda è, la mancanza di prescrizione antibiotica da parte dell'urologo che mi ha operato può configurarsi come un errore?Grazie per il tempo che vorrete dedicarmi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

lei ha presentato una frequente complicanza post chirurgica quale una raccolta sierosa o purulenta nel contesto della ferita chirurgica, fenomeno che si può manifestare a prescindere dal fatto di aver avuto o no una antibioticoterapia.
La cosa "strana" è rappresentata dalla azoospermia. bisognerebbe capire meglio molti elementi perchè, anche in presenza di una complicanza che abbia coinvolto il testicolo , l'epididimo ed il funicolo sinistro, il testicolo destro dovrebbe continuare a produrre spermatozoi che dovrebbero essere rilevati nel corso di un esame del liquido seminale.
Penso opportuna una valutazione da uno specialista andrologo, magari non da chi la ha operata
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 850XXX

Iscritto dal 2008
Dott.Pozza la ringrazio per la risposta e per il consiglio...Roberto
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

ci tenga informati
il suo caso è abbastanza "insolito"
cari saluti