Utente 345XXX
Gentili dottori, ogni anno rifaccio le analisi del sangue tra cui il CEA che mi venne prescritto dal medico curante per i continui disturbi gastrici che a seguito di colonscopia e gastroscopia (entrambe eseguite nel 2014) si rilevarono dovuti ad intolleranza al glutine.
L'evoluzione del CEA e' il seguente:
05/01/12 4,59
03/07/13 4,93
24/04/14 5,45
27/03/15 5,90
21/01/16 7,31
Gli esami sono stati svolti sempre presso lo stesso laboratorio, non fumo, non particolari disturbi, allora mi chiedo perche' questo aumento lieve ma costante ? (il limite e' di 3,5 mg/ml).
Il medico di famiglia non ha saputo darmi spiegazioni e ne mi ha visitato e dopo una breve spiegazione verbale mi ha consigliato una visita specialistica da un internista o al piu', nientepopodimeno che da un oncologo clinico.
Avete qualche suggerimento da farmi?
Grazie anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Il suo curante oltre a darle delle spiegazioni dovrebbe spiegarle che non si richiedono quasi mai i marcatori tumorali per far diagnosi, ma solo per monitorare tumori accertati.
Il Cea è un marcatore tra i più aspecifici cioè può incrementarsi per cause NON tumorali.

Legga

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/75-marcatori-tumorali-tumor-markers.html

Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore la ringrazio per la risposta, ho letto il suo articolo ed e' stato molto utile nel capire l'utilita' dei marcatori tumorali e quanto questi siano suscettibili di aumento per condizioni non riferibili a tumori.
Comunque ho prenotato una vistita specialistica da un medico internista per verificare le analisi cliniche fino ad oggi svolte e magari capire se sia necessario fare qualche ulteriore accertamento o no.
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Perfetto.

Saluti