Utente 401XXX
Gentili dottori,

ho 26 anni, non fumo e non bevo alcolici. Pratico sport a livello agonistico da 20 anni. Soffro di anemia da carenza di ferro tenuta sotto controllo assumendo Ferroguna durante il ciclo (dura 8 giorni). Non ho mai avuto problemi cardiaci, proprio per lo sport ho sempre eseguito elettrocardiogramma a riposo e da sforzo + ecocardiogrammma che non hanno mai evidenziato nulla. In famiglia nessuno ha mai avuto problemi di cuore.
In seguito a problemi di attacchi di panico nel 2013 ho anche eseguito holter che ha evidenziato poche aritmie (12) di cui 2 ventricolari monomorfe e isolate. Insomma, un cuore apparentemente sano.

L'ultima visita risale a luglio 2015, ho eseguito test da sforzo al cicloergometro ed ecocardiogramma tutto nella norma.
E' cambiato tutto verso novembre, quando ho iniziato la cura per l'eradicazione dell'helicobacter pylori. La cura è stata la seguente:
- 7 giorni di Pariet 20mg 1 al giorno
- 10 giorni di Pariet 20mg 1 al giorno + 1500 mg di Amoxicillina + 1500 mg di Flagyl distribuiti su tre assunzioni giornaliere (Flagyl perchè sono stata male dopo aver preso Claritromicina)
- 40 giorni di Pariet " a scalare" (prima 1 da 20mg al giorno, poi alternato 20-10, poi solo 10)

Durante l'ultimo mese di cura con Pariet ho iniziato ad avvertire extrasistoli. Non le avevo mai avvertite prima o comunque non ci avevo mai fatto caso. Alcune volte isolate, altre volte la strana sensazione come di un battito in più o di "vuoto" durano per qualche secondo come se fossero ripetute. Ho notato che mi capitava soprattutto a stomaco pieno, appena dopo aver mangiato, e la sera quando mi mettevo in posizione supina.
Ne ho parlato con il medico curante che mi ha mandato da un cardiologo che ha eseguito un elettrocardiogramma ( che non ha evidenziato nulla). Lo stesso mi ha tranquillizzata dicendomi che se il cuore è sano le extrasistoli non sono preoccupanti.
Mi sono accorta però che anche dopo la cura facendo sport aumentano sotto sforzo e sono molto fastidiose.
Durante il ciclo sembravano essere scomparse, ma adesso negli ultimi giorni eccole di nuovo. Ho terminato la cura il 2 gennaio ma la situazione non sembra fermarsi.
La mia domanda è: Dovrei eseguire un'altra eco o da luglio a gennaio non cambia nulla quindi non vale la pena? la situazione cardiaca può cambiare in così poco tempo? possono insorgere cardiomiopatie?
Dovrei invece eseguire un altro holter? o devo mettermi l'anima in pace? cosa mi consigliate?
con i limiti del consulto online ovviamente
Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi sentirei di consigliarle di "mettersi l'anima in pace"....perchè le extrasistoli benigne sono presenti in una larga fetta della popolazione sana e le possibilità di trattarle con successo sono assolutamente limitate...potrebbe cercare di non favorirle tranquillizzandosi, evitando l'assunzione di bevande gasate, l'abuso di sostanze eccitanti come the e caffè, il fumo di sigaretta e l'eccesso di cioccolata, oltre ad alcolici e superalcolici.
Cordialmente