Utente 401XXX
Buongiorno,

precisamente il 06/01/2016 mi recai al pronto soccorso in quanto dopo un rapporto con la mia ragazza, ho avvertito come altre volte una sensazione di aritmia e debolezza generale,in particolare dei dolorini al petto di breve durata e battiti come bolle d'aria che procurano dei colpi di tosse.
Dopo avermi fatto esami del sangue e visita generale,sono stato dimesso con consiglio di ECG Holter al persistere del disturbo.
Questo problema del battito simile a bolle d'aria capita spesso, alcune volte dopo sforzi come sollevare pesi,e capitava anche durante partite di calcio,dico capitava,perchè proprio per questo motivo ho smesso l'attività fisica già da 3 anni.
Capita anche dopo un bagno al mare anche solo un tuffo e una breve nuotata,di avvertire un malessere generale come una stanchezza esagerata e questi battiti simili bolle d'aria.
A suo tempo (nel 2007)durante le visite di routine per il calcio agonistico,rilevarono delle extrasistole, che indagarono con Elettrocardiogramma e Holter 24h, risultato:ritmo sinusale con aritmia respiratoria;non turbe maggiori del ritmo ne della conduzione;non variazioni significative del tratto ST-T.
I problemi si sono ripetuti e nel 2012 ho eseguito:
-- ecocardiografico colo doppler che non ha evidenziato alterazioni morfofunzionali, e mitrale: trascurabile rigurgito.
--esame sotto sforzo per ricerca di ischemia :risultato test quasi massimale a 150 w per ischemia miocardica inducibile ad aritmie da sforzo.Interruzione per esaurimento muscolare...quindi tutto nella norma disse il cardiologo.
Nel 2013 ho eseguito un altro Holter 24 h con esito : ritmo sinusale a fc media di circa 73 bp(range 54-109);rari besv o volte riptitivi per due tre elementi;non bev;non pause;non alterazione del tratto st-t.
Premetto anche che soffro di esofagite da reflusso confermata nel 2006.
Ieri 25/01/2015 ho avuto dei forti dolori al petto che si irradiavano dalla bocca dello stomaco fino alla schiena e alla gola,e sapendo che è un periodo in cui ad esempio basta che mangio poco per essere pieno,ho una digestione lenta,e alle volte se mi viene da eruttare mi risalgono gli acidi,(infatti ho iniziato a riprendere il riopan da una settimana) ho deciso di non andare al pronto e ho collegato la cosa al reflusso.
Ora,detto tutto questo, la mia domanda è: possono tutti questi sintomi avere una relazione tra loro?
Ho eseguito tutti gli esami per escludere una patologia cardiaca?
Può essere lo stomaco causa di tutti questi problemi?
Ps: mi viene in mente solo ora ed è bene citarlo,un infortunio calcistico quando ancora giocavo,: Presi un forte calcio nell'addome alto a sinistra,subito non riuscivo più a inspirare e espirare e per il quale venni ricoverato per 3 gg in quanto trovarono anche sangue nelle urine, e venni dimesso con la diagnosi di trauma chiuso dell'addome.
Vi ringrazio per la Vostra gentile risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Mi sembra evidente che dopo che gli esami cardiologici hanno tutti dato esito negativo, i sintomi da Lei riferiti orientano la diagnosi in prima istanza verso un problema di reflusso gastroesofageo.
Oltre all'assunzione di farmaci da banco sarebbe consigliabile farsi visitare dal medico di medicina generale, che potrà eventualmente prescrivere farmaci più indicati oppure richiedere approfondimenti diagnostici in tale direzione.
Infine, il vecchio trauma addominale non c'entra nulla.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dr Fedi la ringrazio per la sua celere risposta e colgo l'occasione per porle un' ulteriore domanda: E' possibile che questi battiti anormali siano riconducibili alla malattia da reflusso?
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' senz'altro possibile che la malattia da reflusso GE possa provocare innocue extrasistoli isolate. Proprio per questo Le ho raccomandato di consultare il Suo medico per confermare o escludere questa ipotesi diagnostica e poter trovare la migliore soluzione per risolvere la sintomatologia.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio ancora e seguirò il suo consiglio..
Cordiali saluti.