Utente 385XXX
Salve a tutti, ho 25 anni e durante una visita medica mi sono state riscontrate delle extrasistole ventricolari e dall'ECG risultava:
Ritmo sinusale 95/m interrotta da alcune extrasistole ventricolari. Conduzione A/V nei limiti. Lieve ritardo dell'attivazione ventricolare dx.
Dal successivo Holter è emerso che:
- un ritmo sinusale costante per tutta l'intera durata del monitoraggio a frequenza media di 89/m' e con conduzione A/V nei limiti.
- Battiti totali di 119360 dei quali 43335 (35%) ordinati in sequ. tachicardiche.
- 11296 extrasistole ventricolari, 177 cicli bigemini, 0 coppie, 0 salve totali 0 battiti.
Premetto che soffro di ernia iatale e di Reflusso g.esofageo ho ripetuto l'Holter 11 giorno dopo aver iniziato una cura con il lanzoprazolo e il risultato riportava:
- ritmo sinusale costante per tutta l'intera durata del monitoraggio a frequenza media di 77/m'
- 9440 extrasistole monomorfa non ripetitiva. 0 coppie, 0 cicli bigeminismi, 0 salve totali 0 battiti.
Dopo questo esame ho eseguito eco cuore con risultato:
- Esame ecocardiografico ed indagini doppler normali, extrasistolia ventricolare frequente (riflessa?) in soggetto con apparato cardiovascolare semeiologicamente indenne e sindrome dispeptica.
Ho effettuato anche prove da sforzo con il metodo BRUCE con risultato:
- test da sforzo negativo per ischemia miocardica. l'extrasistolia ventricolare presente in condizioni basali e nelle prime fasi delle sforzo è scomparsa con il progredire dello sforzo.
Ho eseguito anche alcuni esami della tiroide:
- FT3 3.2
- FT4 11.14
- TSH 0.60
- Trigliceridi 34
dall'ecografia è emerso che:
Tiroide di dimensioni ai limiti superiori della norma, ad ecostruttura disomogenea e lievemente ipoecogena. Lo bo dx e lobo sx non noduli distinti.
istmo regolare e trachea in asse. Il mio endocrinologo ha detto che è tutto nella norma e la leggera dimensione della mia tiroide non desta alcuna preoccupazione e che alla mia età è normale.
Ora in base a tutto quale potrebbe essere la causa scatenante di queste extrasistole?
Aggiungo anche che non sono fumatore sono leggermente ansioso e raramente bevo; in famiglia non ci sono mai stati casi di infarti o problemi legati all'apparato cardiovascolare.
Grazie anticipatamente per il vostro lavoro. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gli esami eseguiti finora sono del tutto tranquilizzanti, cosi' come l'assenza di casi di infarto o cardiopatie nel suo gentilizio.
Tuttavia permane un elevato numero di aritmie ventricolari anche se scompaiono durante sforzo, indice della loro benignita'
Una RM cardiaca potrebbe essere utile.
Ne parli con il suo cardiologo

Arrivederci

cecchini