Utente 850XXX
buongiorno, ho un bruciore interno persistente, a volte meno a volte di più, dentro il mio pene, quasi alla fine, leggermente spostato a sinistra..Prima le vorrei dire che ho finito circa un mese fa una terapia antivirus (herpes genitale)durata tre mesi, zovirax 400, 3 al giorno x 2 sett. e due al giorno per 2 mesi e mezzo. Risultato dopo aver finito il ciclo due sett dopo è ricomparso in maniera lieve ma ricomparso. Allora il dermatologo mi ha dato una pomata (vectavir) da mettere immediatamente appena si manifesta , perchè dice si può indebolire ma non debellare.. Poi mi ha dato una cura per rinforzare gli anticorpi, Immun age, integratore alimentare a base di papaya fermentata in polvere, e vitamina c. Un mese prima di finire la cura con il Zovirax una sera ho urinato molto scuro, marrone, solo una sera poi il giorno dopo niente, si è ripetuto qualche settimana dopo, allora il mio medico generico, sapendo anche che ho cominciato la cura per rinforzare le difese immunitarie, mi ha fatto fare solo una urino cultura ma la risposta è stata, batteriuria non significativa. Però emoglobina 1,00 - 5-10 leucociti,numerose emazie numerosi cristalli di ossalato di calcio.. Mentre l'herpes per ora sta buono, il bruciore inguinale non cessa, nel frattempo ho fatto un ecografia inguinale, reni a posto vescica a posto prostata a posto, allora il med generico mi ha rifatto fare l'analisi delle urine e il psa del sangue..un paio di gg fa il bruciore era insopportabile allora mi ha consigliato di prendere nimesulide come antiinfiammatorio. Ho contattato un urologo e mi ha detto, dopo che le ho spiegato il tuttto al tel di presentarmi da lui con tutte queste analisi più la spermicultura. Ora devo aspettare ancora un paio di sett prima della risposta, io intanto ieri ho dovuto ricorrere di nuovo al nimesulide..non voglio prendere nessun antibiotico finchè no incontro l'urologo, però se nel frattempo sapessi cosa avere sarei molto più tranquilllo, se da quanto vi ho descritto potete tirarmi fuori un'anamnesi ve ne sarei infinitamente grato.
saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

molti dubbi sulla sua situazione: è stato diagnosticato un herpes genitalis ?

per il resto sappia che la sede Venereologica è quella elettiva per la diagnosi corretta del suo caso.

la effettui con fiducia.

cari saluti.

[#2] dopo  
Utente 850XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la sua risposta Dott.Laino, come le dicevo,prima dell'estate, mi è stato diagnosticato l'herpes genitale. Ho fatto la cura con lo zovirax, ma ora indipendentemente da questo, io l'ho scritto per far capire la mia situazione...dicevo indipendentemente da questo ho un bruciore persistente dentro il mio pene, dove passa l'urina, ho fatto urinoculture niente, ecografie niente oggi ho preso la risposta del psa niente, dovrei aspettare ancora la risposta della spermicultura e poi andare dall'urologo. Intanto io quando il bruciore è insostenibile prendo una bustina di nimesulide, volevo sapre che cosa può essere questo fastidio e se posso prendere qualche disinfettante magari non antibiotico, prima della visita dell'urologo che dovrei avere tra 15 gg. Le aggiungo anche che circa un paio di settimane fa, quando aprivo il pene, sul glande c'era un pochino di sostanza bianca , poca ma c'era con un odore pittosto forte e il glande un po arrossato, ora sto lavando la parte interessata con, "bio soagen", non ho più il glande arrossato e la sostanza bianca raramente appare, però il bruciore interno persiste.
grazie ancora per la cortese risposta