Utente 401XXX
Ho fatto un ecocolordopplergrafia di cui riporto l'esito: "ventricolo sinistro di normali dimensioni con marcata ipertrofia concentrica, buona funzione sistolica globale; disfunzione distolica di I grad. Atrio sinistro ai limiti alti della norma. Dilatazione della radice aortica e dell'aorta ascendente (38 mm e 41 mm rispettivamente). Sezioni destre nei limiti con normocinesi della parete libera del ventricolo destro. Al Doppler: minimo rigurgito valvolare mitralico e tricuspidalico. VCI di normale calibro, normocollassabile con l'inspirium. Pericardio indenne".
Come si interpreta? Quale tipo di patologia è in atto e come può evolvere? Cosa debbo fare? Non sono fumatore e non ho il colesterolo alto e negli anni scorsi mi avevano detto che ero brachicardico e che il mio cuore era strutturalmente sano anche se avevo il rigurgito. Sono alto 1,80 e peso 91 kg. Conduco una vita sedentaria e rilevo una leggere astenia.
Soprattutto, debbo prendere la pillola per la pressione? Ci possono essere conseguenze gravi e a breve? Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il quadro ecografico che riporta è molto suggestivo di danno d'organo secondario a ipertensione arteriosa. Per la diagnosi di ipertensione, se non già stata formulata, le consiglio di fare in questo periodo invernale un Holter pressorio delle 24 h. Inoltre l'atrio sinistro con dimensioni non proprio normali può essere un criterio di predittività per fibrillazione atriale parossistica, molto spesso presente negli ipertesi e molto spesso nella forma asintomatica, che quindi non dà segno di sè anche se presente e occorre in questi casi ricercarla con adeguate strategie diagnostiche.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la risposta. In passato ho monitorato la pressione ma non ci sono mai state anomalie significative. Anche in questi giorni ho rilevato la pressione più volte nell'arco della giornata e non è mai stata superiore a 130 85, pià spesso è stata inferiore a questi valori. Quali altre cause sono possibili? La mia vita sedentaria può avere inciso e soprattutto posso ora fare attività fisica?
Qual'è l'evoluzione futura, ad esempio a 10/15 anni di questa diagnosi e soprattutto cosa dovrei fare per almeno stabilizzare la situazione (dalla disfunzione distolica si può guarire?). Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Senta, se non esegue l'holter pressorio non è possibile trarre conclusioni...
le consiglio di leggere l'art.http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1940-ipertensione-arteriosa-prevenzione-diagnosi.html
così forse comprenderà meglio.
Saluti