Utente 401XXX
Salve signori medici,sono un ragazzo di 18 anni, premetto che non fumo non bevo e pratico calcio a livello agonistico,circa 2 anni fa (16 anni) in seguito a una masturbazione (ritardata) iniziai ad avvertire nausea e tanta tanta paura mischiata ad ansia, dalla paura decisi di smettere di masturbarmi (può sembrare ridicola la cosa ma purtroppo è andata cosi, vi prego di comprendermi)
cosi pochi giorni dopo andai da un andrologo che con esplorazione rettale mi diagnosticò una prostatite senza specificarne il tipo, decise di darmi medicine che di solito danno a gente adulta (40-45 anni), infatti prima di prenderle andai dal mio medico di condotta che per prima cosa era incredulo del fatto che io avessi la prostatite, seconda cosa mi cambiò le medicine, ovvero erno diverse ma con un effetto minore. Pochi giorni dopo aver preso queste medicine la situazione non cambiò,cosi andai da un urologo (da un privato) che mi fece un'ecografia alla vescica e della prostata neanche se ne preoccupò tant'è che mi disse: - a 16 anni non puoi avere questi problemi è impossibile.-
Detto questo vi illustro in seguito i sintomi che tutt'ora mi affliggono
a livello urinario non ho sintomi dolorosi, non ho bruciore durante la minzione o post., ho un getto normale e non a intermittenza, non soffro di nocturia, urino circa 5-6 volte al giorno.
i problemi si presentano per quanto riguarda la sfera sessuale:
mancanza di erezioni mattutine, eiaculazione precoce e calo del desiderio sessuale, insomma non sono più come prima.
Cari medici di cosa si tratta?
e domanda clou, da prostatite in questo caso cronica abatterica si guarisce?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

all'ultima questione posta un sintetico e preciso sì.

Sul problema "di cosa si tratta?" la rimando, se desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, agli articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html

http://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
Grazie adesso ho la certezza (grazie a lei, uno specialista) che dalla prostatite cronica si può guarire e questo mi conforta molto, anche perchè stavo pensando seriamente che nel 2016 non ci fosse ancora una cura in grado tale da eliminare questa patologia. A questo punto le volevo rivolgere un'ulteriore domanda:
E' possibile che io a questa giovane età debba già combattere con problemi del genere?
So che generalmente chi soffre di prostatite di solito soffre di nicturia, minzione frequente, dolore durante la minzione eventuali gocce di sangue nelle urine, il problema appunto è che io non ho nulla di tutto questo, urino circa 4/5 volte al giorno e ho un getto normale senza dolori particolari (scusi se sono un pò ripetitivo con queste cose). Il mio problema è a livello sessuale, soffro di eiaculazione precoce (supero i 2 min. ma non riesco ad andare oltre i 4), non ho erezioni mattutine (e questa cosa mi fa salire tanti tanti dubbi). E la mia paura più grande (dico questo e poi passo la parola a voi) è che essendo all'inizio di una relazione con una donna fantastica, non vorrei che quando arrivassimo al punto clou lei rimanesse delusa, e tutto finisse per colpa di questa cavolo di patologia.
p.s. la ringrazio ancora per aver dato considerazione a questa mia situazione, grazie mille!.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

alla prima questione posta le rispondo con un altro sintetico sì.

Sull problema "eiaculazione precoce, se desidera avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

http://www.nostalgia.it/piemonte/articolo/lstp/10401/

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
Okei grazie per i link mesi, però quello che voglio capire è questa patologia è diffusa tra gli adolescenti?
Si può curare anche ora,con uno stop di due anni?
si cura bene? quali sono i tempi?
pensa che possa influire sul rapporto appena iniziato?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutti questi quesiti, specifici e molto particolari, al suo specifico problema per avere una risposta mirata devono sempre essere posti in diretta al suo andrologo di fiducia.

Qui possiamo solo dirle che è un problema non infrequente anche in una popolazione giovanile.

Un cordiale saluto.