Utente 306XXX
Buongiorno,
un paio di mesi fa mi sono recato dal mio medico di base lamentando dolore persistente al testicolo destro, e segnalando di aver notato una "pallina" all'interno dello scroto. Il medico mi ha prescritto un'ecografia e un esame del sangue di controllo (il classico check-up generale, emocromo e esame delle urine). L'emocromo è perfetto e le urine hanno segnalato solamente un po' di leucociti nelle urine, ma nulla di che. Il medico mi ha solamente detto di bere di più. Purtroppo devo ancora eseguire l'ecografia, e nel frattempo il dolore si è esteso anche al testicolo sinistro ed è aumentato di intensità.
La scorsa settimana la mia compagna ha eseguito dei tamponi vaginali, riscontrando infezioni da stafilococco aureus e DNA ureaplasma parvum. Ho segnalato tutto al mio medico, il quale mi ha prescritto subito una terapia antibiotica con Moxifloxacina Teva 400 mg, una volta al giorno per 10 giorni. Ho preso la prima pastiglia sabato sera, e già da domenica ho iniziato a sentirmi stanco, affaticato, rintontito. Il dolore a testicoli per ora persiste.

Chiedo alcune informazioni:
- può essere un batterio che mi provoca il dolore ai testicoli?
- esiste un modo per sentire meno il malessere da cura antibiotica?
- ci sono rischi per la mia fertilità?

Ho letto il bugiardino dell'antibiotico, e leggo che durante la cura non si possono assumere integratori contenenti una lunga serie di elementi, tra cui magnesio, alluminio, ...

Ringrazio da subito per le risposte.

Cordiali saluti
Matteo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é stato visitato dal medico di famiglia?L'esame obiettivo,in tali casi,può esse premonitore dell'ecodoppler successivo.Piuttosto che iniziare la terapia,avrei preferito che avesse praticato uno spermiogramma con coltura ed antibiogramma.
A questo punto,conviene attendere il completamento diagnostico.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno dottore, la ringrazio per la risposta. Penso che aspetterò il termine della cura antibiotica per poi chiedere al medico l'esame che Lei mi ha gentilmente consigliato, in modo almeno da verificare se eventuali batteri sono stati debellati. Attualmente la "pallina" (probabilmente una cisti) non cresce di volume e non si sposta. Ciò che attualmente mi turba sono i dubbi sul dolore ai testicoli e forse ancor di più il malessere generalizzato di questi giorni (che credo e spero sia dovuto all'assunzione dell'antibiotico).

Saluti
[#3] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottore, la settimana scorsa ho terminato la cura antibiotica e il dolore ai testicoli è completamente svanito. Ho supposto di aver sconfitto il batterio (sempre che il dolore fosse causato da quello), così ho un po' accantonato la questione.
Tra ieri e oggi ho notato che purtroppo il dolore è tornato.

Non ho ancora capito se un'infezione batterica può essere la causa del dolore o se va ricercata altrove, mi può dare un suggerimento?

La ringrazio

Cordialmente
Matteo
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non ho ben compreso se,negli ultimi tempi,sia stato visitato.Cordialità.
[#5] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
No, dopo la cura antibiotica non sono più stato visitato.
Essendo tornato il dolore posso pensare che il batterio non sia stato debellato?

Saluti
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...esegua un ecocolordoppler scrotale.Cordialità.