Utente 697XXX
Gentili dottori,
ho 26 anni e sono venuto a conoscenza su internet di un farmaco chiamato Depo-Provera usato su pazienti per la castrazione chimica in caso di reati a sfondo sessuale. Io, per convinzioni etiche personali, sarei interessato volontariamente alla castrazione chimica e vorrei sapere il cammino da intraprendere per poterla effettuare: a chi chiedere e come farsi prescrivere il farmaco? Esistono eventualmente altri farmaci per ottenere lo stesso risultato? A chi posso rivolgermi? E' un risultato definitivo? Ho già chiesto al mio medico di base ma non ha saputo darmi una risposta.
Vi ringrazio per la collaborazione Andrea
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La castrazione farmacologica è un reversibile (ovvero una volta sospeso il farmaco si ripristinano le condizioni iniziali)può essere effettuata con farmaci da assumersi per bocca come il ciproterone (ANDROCUR) o con un tipo di farmaci come l'ENANTONE (1 fl intramuscolo ogni 3 mesi).Le consiglio comunque di consultare uno specialista andrologo
[#2] dopo  
Utente 697XXX

Iscritto dal 2008
L'unica soluzione definitiva è quindi quella chirurgica?
La ringrazio per la risposta Andrea
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Come già risposto la castrazione farmacologica è reversibile,pertanto il trattamento dovrebbe essere protratto il più a lungo possibile,valutando come tutte le terapie,periodicamente le condizioni cliniche e gli effetti terapeutici