Utente 402XXX
Salve,
Chiedo consulenza urgente riguardante persona anziana in prognosi riservata.

Mia nonna (80 anni è leggermente sovrappeso, non ha mai avuto problemi ne di cuore ne di respirazione) si trova da 5 giorni in ospedale in un paese e non attrezzato adeguatamente.

Inizialmente aveva solo dolori toracici e siamo andati in pronto soccorso per accertamenti.
Non avendo trovato niente con tac, tac con liquido di contrasto, elettrocardiogramma, esami del sangue, ecodoppler.. hanno deciso di ricoverarla per sicurezza.
E' stata riscontrata poi diverticolite(ha sempre avuto diverticolite ma non ha mai realmente sofferto per questo) e un'infezione intestinale contrastata con antibiotici.

In 3 giorni successivamente è molto peggiorata, stati febbrili, dolori addominali aumentati, fatica a respirare e scompenso cardiaco.

Il vero problema è sorto nel momento in cui non riusciva più a respirare da sola ed è stata portata in terapia intensiva. 3 ore dopo è stata operata all'intestino perché i medici pensavano ci fosse qualcosa di più, non visibile precedentemente. L'intervento è andato a buon fine ma non è stato rilevato nulla di significante se non che l'intestino era in parte ostruito ed è stato ripulito. Durante l'intervento ha avuto fibrillazioni al cuore.

Ora sono passati 2 giorni dall'intervento ma mia nonna è ancora in terapia intensiva e non sta migliorando affatto, anzi è molto molto grave.
I medici dicono che non sanno che fare ora se non aspettare..

Quello per cui non mi capacito e non capisco è che se il problema è davvero intestinale, perché continua ad avere problemi importanti di cuore e di respirazione che prima non ha mai avuto e tutt'ora infatti sta male?
Quale può essere il vero problema?
E' possibile che questi medici non abbiano competenze adeguate e non stiano soccorrendo quindi il problema giusto?
Vorrei evitare che mia nonna muoia per delle cavolate nel momento in cui non hanno idee e neanche supposizioni riguardo al altre possibilità...
Quali possono essere esami o accertamenti da fare per capire qual'è il problema?

Grazie mille dell'attenzione..
spero in una risposta di qualcuno..
grazie ancora...


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le persone anziane possono avere episodi di fibrillazione atriale nel decorso post operatorio per interventi complessi come quello che ha descritto.
E' difficile esserle di aiuto se non abbiamo a disposizione alcuni dati quali l'ecocardiogramma, e la funzione renale, ad esempio.

Rimaniamo a sua disposizione

arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo!
Grazie ancora!