Utente 402XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 35 anni vi racconto brevemente la mia storia
premetto che sono un tipo ansioso ho iniziato ad avere problemi da questa estate dopo aver passato circa 8 mesi di preoccupazioni per la salute di 2 miei familiari e l'emozione per l' arrivo del mio secondo figlio.
Veniamo al dunque i sintomi sono i seguenti: dolore fossa iliaca sx,senso di svenimento,nodo alla gola, doloretti al petto, sudorazione aumentata senso di oppressione, in un paio di casi attacchi di panico (almeno credo), da qui inizio con gli accertamenti per prima cosa esami del sangue e esami della tiroide (sono ipotiroideo) ecoaddome completo i risultati sono tutti negativi, passano i giorni ma i sintomi non si alleviano, l'unica cosa che mi fa stare un po' meglio è lo xanax una pastiglia o due da 0.25 non tutti i giorni, passano altri giorni finche' non mi prende la tachicardia,mi reco al pronto soccorso dove fanno tutti gli accertamenti del caso elettrocardiogramma, enzimi ecc mi somministrano un ansiolitico e mi prescrivono l'holter pressorio e una visita cardiologica per ipertensione in quanto la pressione era 100-160.
L'holter evidenzia una ipertensione di giorno e normopressione durante la notte quindi utile una rivalutazione terapeutica e staging danno d'organo prendo appuntamento da un cardiologo specializzato in ipertensione il quale evidenzia una lieve insufficienza valvolare per il resto il cuore non ha problemi e mi prescrive le urine delle 24 ore, analisi del sangue in clino e orto statismo , i risultati sono negativi eccetto l'aldosterone ai limiti 295 "in piedi" mi prescrive quindi nebilox da 5 e luvion 1/2 compressa da 50, nelle settimane successive sembra andare molto meglio ma avverto comunque strani sintomi quali pizzicori bruciori anche in testa allora il cardiologo mi dice di assumerei luvion intero, e dopo un mese rimettere l'holter i risultati sono quasi gli stessi di prima 140/85 al che decide di somministrarmi il lobidiur e tornare a 1/2 luvion ora è passata solo una settimana ma la pressione misurata tutti i pomeriggi alla solita ora è comunque alta 90-140, 85-135, 95-150, durante il giorno spesso mi sento pulsare le tempie per non dire dei puntini luminosi davanti agli occhi (ho appena fatto una visita oculistica e angiografia dal quale è risultato solo un lieve ristringimento dei capillari risolvibile a detta dell'oculista con lo stabilizzarsi della pressione) normalmente i valori pressori scendono dopo cena per stare nella norma fino al mattino seguente.Cosa devo fare secondo voi?forse è la mia ansia che mi crea tutto cio'? devo integrare la terapia con qualche psicofarmaco?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lei deve solo rivolgersi a un bravo psicoterapeuta....
Il suo cuore non è responsabile dei sintomi che riporta.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la celere risposta, secondo Lei visto che la pressione comunque non si abbassa neanche con la terapia è il caso di interromperla?
magari intraprendere un trattamento farmacologico mirato all' ansia?
Oltre alla pressione alle tempie ho anche zigomi e fronte arrossate e spesso ho anche degli scotomi scintillanti puo' dipendere sempre dall' ipertensione?

Grazie mille