Utente 341XXX
Buongiorno...aprofitto ancora una volta della vostra gentilezza e competenza per chiedere un consiglio..sto uscendo da un brutto periodo di ansia in cui tachicardia ed extrasistole facevano da padrone..purtroppo ho avuto un notevole calo di peso da 50 a 44/45 kg che ancora non sono riuscita a normalizzare..ultimamente ho un disturbo a cui non so se dare importanza o meno..ieri mi è capitato di fare un riposino dopo pranzo quando mi sono svegliata avvertivo ancora molta stanchezza anzi forse più di prima e i battiti del cuore deboli e lenti come se il cuore facesse quasi fatica..ho fatto diversi spuntini fino alla cena ma ho sempre avvertito questa stanchezza e questa sensazione al cuore fino a che non sono andata a letto...ho cmq misurato i battiti che sono scesi intorno ai 74/66 e ho misurato la pressione che era intorno ai 109/68...ho consultato il mio cardiologo che sostiene sia normale in situazioni di forte debolezza..lei cosa ne pensa? condivide? la bradicardia è da escludere? la ringrazio..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Si definisce bradicardia una frequenza cardiaca inferiore a 50 battiti al minuto, e comunque non sempre viene considerato un evento patologico.
Concordo quindi col parere del Suo cardiologo.
Cordiali saluti