Utente 401XXX
Buongiorno.
Scrivo qui perché non so più dove sbattere la testa.
Sono una ragazza di 28 anni e da circa 4 mesi soffro di tachicardie improvvise. Ho fatto elettro eco e Holter 24 h ed è risultato tutto nella norma. Il mio cardiologo mi ha detto che può essere o ansia, motivo per cui sono andata da uno psichiatra, con cui faccio psicoterapia e che mi ha dato frontal al bisogno, oppure una spina irritativa quali lo stomaco,la cervicale e la tiroide. Soffro di tiroidite di hashimoto,con anticorpi molto elevati ma ancora in fase eutiroidea,quindi non sono in cura. Allo stomaco ho problemi da mesi, ma tutte le analisi sono andate bene e il mio gastroeterologo mi ha detto che la gastroscopia non serve, anche se non ne sono molto certa.
alla cervicale ho continui dolori con vertigini ma ancora devo effettuare una visita specifica. La cervicale è collegata ad eventuali tachicardie?oppure crede sia più probabile un legame con lo stomaco?
Spesso sento anche un senso di oppressione alla bocca dello stomaco che mi da come la sensazione di non respirare bene.
Tornando al Vostro campo, posso stare tranquilla sul cuore o devo fare altri analisi?
Grazie.
ogni volta che mi sento così penso al cuore, posso stare tranquilla come ha detto il cardiologo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, lo stomaco non c'entra nulla...se lei ha delle vere e proprie aritmie và stabilito con indagini specifiche. Si affidi a un bravo aritmologo e ne segua le indicazioni.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
Le aritmie sono viste anche attraverso l'Holter o sbaglio? Il cardiologo ha detto che le mie tachicardie sono date da qualche spina irritativa e che non devo fare altre analisi cardiologiche. Quindi non concorda?
Parlava dello stomaco perché ne soffro quasi sempre dopo i pasti e associati a gonfiore addominale.