Utente 402XXX
Buongiorno, ho 60 anni, nel 2009 sono stato operato al cuore, ho fatto 2 bypass su iva completamente chiusa al 100%. Da alcuni anni soffro dopo sforzo uno fisico di indurimento al petto zona cuore, che coinvolge a volte la zona spalla e braccio sinistro, accompagnati da disturbi come intontimento, gambe legnose, stanchezza generale, gonfiore allo stomaco e brividi alla schiena a volte anche nausea. Ultimamente questi disturbi si manifestano con maggiore frequenza, basta una biciclettata o una passeggiata di 2-4 km e a un certo punto sembra finita la benzina, mi mancano le forze e il giorno dopo partono tutti i sintomi elencati che durano per molti giorni a volte settimane che mi costringono a rimanere sdraiato. Ho fatto diversi esami come tac coronarica, test da sforzo, cardiogramma, ovviamente tutti negativi. Pochi giorni orsono, per lo stesso problema, mi hanno portato al pronto soccorso di un centro cardiologico dove gli esami del sangue hanno dato esito negativo. Inutile ribadire che sono preoccupato per il fatto che non riesco a comprendere cosa li possa generare e perchè subentrano in maniera imprevedibile e ultimamente anche senza praticare uno sforzo particolarmente intenso. Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, capirà che la sua domanda fatta a noi, che non possiamo nè visitarla, nè visionare i risultati delle indagini, non può avere la risposta ch si attende...Lei deve solo affidarsi a un cardiologo di fiducia che seguendola può stabilire che rapporto ci sia tra quanto riporta e il problema del suo cuore.
saluti
[#2] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno Dottore,
capisco che è molto difficile interpretare in poche righe e senza referti medici una diagnosi medica, però mi permetto
considerata la Sua esperienza, di chiederLe cortesemente se questi sintomi potrebbero essere generati ad esempio da una valvola del cuore che non funziona in modo corretto oppure indotti eventualmente da problemi neurovegetativi da post-intervento.
Nella prima ipotesi di pertinenza cardiologica a Suo avviso potrebbe essere utile verificare il funzionamento del cuore tramite l'esame ecocardiogramma transesofageo oppure più avanti quando spero mi sentirò meglio con l'ecocardiogramma da sforzo.
Il cardiologo che mi visita annualmente mi ha prescritto l'holter delle 24 ore.
Grazie per la Risposta
Un cordiale saluto