Utente 463XXX
Salve,
sono un ragazzo di 26 anni e da circa 3 anni soffro di vertigini accompagnate da nausea e tanti altri sintomi che mi rendono difficili le semplici azioni quotidiane come ad esempio guidare o roteare normalmente il capo. Ho effettuato diverse tipologie di esami: rm encefalo,ortopanto,esame vestibolare,audiometrico,rx colonna cervicale, tac cerebrale, piu tante altre visite richieste da vari specialisti: fisiatri, osteopati,otorini, oculisti, dentisti e perfino ho effettuato un esame alla carotide...tutti gli esami con esito negativo.Ma i problemi sono perdurati nel tempo, con brevi periodi di quiete e riacutizzandosi senza cause particolari. Ultimamente su consiglio di conoscenti mi sono recato da un medico che si occupa di vari tipi di trattamento tra cui medicine non convenzionali, vedendo tutti i miei esami si è accorto dall'rx cervicale di un disallineamento della seconda o terza vertebra cervicale (quindi credo c2 o c3)di cui nessuno mai si era accorto compreso il radiologo che ha scritto il referto (fa rabbia che è stato il primo esame effettuato!)e mi ha consigliato di sottopormi a 10 sedute di digitopressione, rassicurandomi sulla mia piena guarigione. Adesso sono appena alla terza seduta e non ho trovato grande giovamento ma ancora sono all'inizio.Volevo chiederVi se trovate un nesso di causa-effetto tra i miei disturbi, la diagnosi fatta e la terapia consigliatami.
Scusandomi per essermi dilungato tanto, progo i miei migliori saluti.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
la digitopressione è una metodologia privilegiata da operatori non-medici in quanto l'agopuntura è praticabile - nel nostro Stato - esclusivamente dai medici chirurghi. La terapia in digitopressione, correttamente eseguita, è indicata in casi di minore entità rispetto all'agopuntura e richiede più tempo per ottenere risultati. Facendo riferimento all'agopuntura, in genere una variazione consistente dei sintomi (nel caso di vertigini di pertinenza cervicale) si ottiene dopo la terza-quarta applicazione.
La sua lettera mi pone tuttavia qualche perplessità sulla diagnosi di disallineamento a cui gli osteopati (da lei consultato) sono piuttosto sensibili: consiglio di far esaminare la rx (e di effettuare una visita) in ambito ortopedico o neurochirurgico.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 463XXX

Iscritto dal 2007
Egregio Dr Scuotto,
la ringrazio sia del suo consiglio che per la celerità della sua risposta , spero di farle avere al più presto mie notizie positive.
Cordiali saluti