Utente 392XXX
Salve, in seguito a un vecchio trauma mi sono comparse delle vene molto grosse ed evidenti sul pene, recentemento ho notato che ho difficoltà a mantenere l'erezione quando sono in piedi o a pancia in giù e metto molto tempo a raggiungere l'orgasmo. In questi due giorni ho anche preso del fucicort per una follicolite proprio sul pene. Sono spaventato, portebbe essere una fuga venosa? oppure è temporaneo a causa del funicort? Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
detto che la fuga venosa non esiste, che le vene grosse non dicono nulla, che il fucicort conta meno di zero, senta esperto collega che il suo problema potrebbe avere cause psicologiche, prostaiche ormonali, raramente arteriose o neurologiche.
[#2] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
Un'altra domanda, l'assunzione di estrogeni o l'ipogonadismo può causare un accorciamento e fibrosi del pene alla lunga? Grazie per la risposta
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
si, ma dubito fortemente la riguardi.
[#4] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
Perchè le spiego il problema che già avevo esposto, tempo fa ho tenuto un elastico alla base del pene per troppo tempo e la punta del glande è diventata violacea e le vene si sono ingrossate sono diventate molto visibili e le sento anche sottopelle palpando l'asta da allora è rimasto così e inizialmente non ho notato disturbi dell'erezione. Sono andato più volte dall'andrologo che continua a dirmi che è un ematoma e che ci mette molto tempo ad andare via, ma sono ormai un paio d'anni che ce l'ho così e ultimamente ho notato che la mia erezione è più debole e la perdo se sto in piedi. Ho notato anche che raggiungo l'erezione al 100% solo quando mi sfioro il glande con le dita o una penna (Sì, ho perso anche un po' la sensibilità). (Purtroppo non avendo una ragazza non sono sicuro che sia legato alla bassa eccitazione, ma non ho mai avuto problemi con la masturbazione) Potrei aver causato un danno vascolare? Potrebbe peggiorare nel tempo? Comunque venerdì prossimo ho un esame ormonale per escludere squilibri ormonali.