Utente 401XXX

Buongiorno.
Anzitutto vi ringrazio per questo utile servizio.
Vi scrivo perchè da un mesetto io e mio marito abbiamo cominciato a cercare una gravidanza.
Premetto che ho sempre avuto cicli un po' irregolari (30-35 giorni), ma mai nessun altro tipo di problema. Per tre anni ho preso la pillola Mercilon e la ho sospesa a Luglio.
Non avevo mai "monitorato" il mio ciclo per capire quando avvenisse l'ovulazione e ho cominciato a farlo ora con stick e guardando il muco cervicale. Il 17 p.o. ho fatto un'ecografia di controllo in cui il medico ha individuato il follicolo dominante dicendomi che lìovulazione sarebbe dovuta avvenire nel giro di 2 o 3 giorni e in effetti dopo 3 giorni lo stick ha individuato il picco di ormone LH e ho notato il muco cervicale a "chiara d'uovo". Ho immaginato che l'ovulazione fosse avvenuta quel giorno o il seguente, solo che già dal 9 giorno p.o. ho avuto un po' di spotting (mi capita ogni tanto anche in altri periodi del ciclo perchè ho una piccola ectopia del collo dell'utero che tengo controllata e ogni tanto sanguina), ma già al 12 p.o. è arrivato il flusso vero e proprio.
Qui sorgono tutti i miei dubbi: non è un po corta come fase luteale? E soprattutto lo spotting premestruale va contato nella fase luteale o fa già parte del ciclo seguente?
Ho detto al mio ginecologo per telefono che la fase luteale mi era sembrata corta, ma lui dice che non ci si può basare su di un solo ciclo e che quello che ho notato potrebbe essere dovuto al fato che questo mese l'ovulazione non è stata "ottimale" o che addirittura potrebbe non esserci stata, quindi di non fare nulla.
Secondo voi dovrei cominciare a fare ulteriori analisi? Quali? Una fase luteale così corta potrebbe comportare seri problemi per l'instaurarsi di una gravidanza? So che è presto e non voglio "tutto subito", so che potrebbe volerci anche molto tempo per una gravidanza, ma se ci fossero dei problemi funzionali, vorrei risolverli al più presto...
Da questo nuovo ciclo (2 giorni) ho cominciato ad assumere Inofolic, secondo voi può aiutarmi?
Inoltre tra il 9 e il 10 giorno p.o. ho dovuto lavorare anche di notte e non ho avuto modo di recuperare il sonno perso per cui sono stata sveglia per 38 ore consecutivamente, so che la fase luteale dovrebbe essere sempre uguale, ma siccome il mio corpo non è mai stato un orologio svizzero mi chiedevo se questa repentina alterazione del mio solito ritmo possa in qualche modo aver influito sulla durata della fase luteale...
Scusate se mi sono dilungata, ma ho davvero molti dubbi...
Grazie per la vostra attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per poter giudicare una buona fase luteale , deve essere certa di una sicura ovulazione ( scoppio del follicolo) e quindi formazione di un buon corpo luteo, che produce un'adeguata quantità di progesterone utile a sostenere le prime fasi della gravidanza sìno alla completa formazione della placenta.
Per monitorare questa produzione deve dosare in 22^ e 24^ giornata il PROGESTERONE EMATICO. Che deve almeno superare i 10 m G/ ml.
Saluti