Utente 402XXX
Buongiorno,
essendo cardiopatico operato alcuni anni orsono con l’inserimento di bypass, chiedo se attualmente l’improvvisa stanchezza generata da un modesto sforzo fisico accompagnata da costrizione al petto zona cuore potrebbe essere generata da un anormale funzionamento di una valvola del cuore.
Chiedo inoltre se la valvola in oggetto potrebbe funzionare regolarmente in condizione di riposo e poi creare problemi in situazioni di esercizio fisico più impegnativo.
Infine domando quale esame è adatto a verificarne il corretto funzionamento.
Grazie per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente lei ha già posto la stessa domanda e le è già stata fornita una risposta e questo basterebbe per respingerle la nuova richiesta da referente d'area.....ma voglio comunque ribadire il concetto che su MI non si fanno diagnosi di "supposizione" o dissertazioni su possibili cause di sintomatologie riportate...
Noi diamo solo consigli e rinviamo in ogni caso il tutto a una necessità di valutazione diretta con visita e esami strumentali che solo il collega che la segue può effettuare...
Quindi se lei vuole escludere che i suoi problemi dipendano da un problema valvolare deve affidarsi al suo cardiolologo che se non l'ha già fatto (e ne dubito) eseguirà un ecocardiogramma per escluderlo...
Saluti
[#2] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottore, concordo con Lei che è difficile rispondere a domande che propongono simtomatologie e non refertazioni obiettive di esami già effettuati. Ma come avrà avuto modo di leggere la mia era una semplice richiesta di valutazione sul funzionamento anomalo di una parte di un organo vitale del nostro corpo. Chiedevo solamente quali sintomi si avvertono in caso di malfunzionamento delle valvole cardiache e quali esami possono escludere questa eventuale patologia. Gentilmente risponde che potrò verificarlo sottoponendomi ad un ecocardiogramma, ma c'è chi suggerisce ad esempio un ecocardiogramma transesofageo, chi l'ecocardiogramma da sforzo. La mia domanda è banale e impostata solo a capire senza sottopormi a svariati esami quale poteva essere, grazie anche alla vostra esperienza, l'esame più appropriato per giungere a una diagnosi. Informo che se avessi attualmente fatto un ecocardiogramma avrei postato i dati del referto per sentire un vostro gradito parere. La collega che mi segue con visita annuale mi ha prescritto l'holter delle 24 ore.
La ringrazio per l'eventuale risposta e la saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le ripeto che la decisione sul tipo di indagine più appropriata può essere presa solo dal cardiologo che la segue...strano che lei riporta "....c'è chi suggerisce ad esempio un ecocardiogramma transesofageo, chi l'ecocardiogramma da sforzo"...
Questo mi fà pensare che lei ascolta "più campane" e come conseguenza inevitabile ciò la porterà solo ad avere confusione...Si affidi a una figura di riferimento e solo se non dovesse trovarsi bene la cambi...
[#4] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per il suggerimento, per quanto riguarda "le più campane", la informo che si tratta di suggerimenti fatti da medici, cardiologi, che mi hanno visitato quando mi hanno portato al pronto soccorso per valutare il problema, che a livello di indagine di laboratorio, esami del sangue, non ha riscontrato nulla di particolare.
Le assicuro che non ho cunfusione nella mia testa, rispetto moltissimo i ruoli e ringrazio tutto il personale medico che si dedica con professionalità e pazienza ad aiutare le persone in difficoltà. Cerco invece di capire in prima persona lo stato della mia salute, valutando per quanto mi è possibile lo stato psico-fisico, perchè credo che il paziente possa aiutare moltissimo il medico ad effettuare una diagnosi corretta del problema. Per quanto riguarda i risultati strumentali a cui si fà riferimento per rispondere alle domande, la informo che se nel 2009 mi fossi basato sugli esami e i risultati di laboratorio, tutti perfetti, parlo di analisi del sangue, ecocardiogramma, ecocardiogramma da sforzo ripetuto per ben 2 volte con esito negativo, e li avessi postati, probabilmente la risposta sarebbe stata di non preoccuparmi perchè andava tutto bene, se mi pongo dalla parte del medico probabilmente avrei dato la stessa risposta, però io oggi non sarei qui a scrivere questi commenti. Gli esami e le analisi erano perfette, peccato che la mia arteria l'Iva era chiusa al 100%, e solo la mia insistenza ha messo in evidenza il problema con un esame che ho richiesto con ostinazione "la tomo scintigrafia miocardica". Dopo quell'esame mi hanno operato, dicendomi che non sapevano come potessi vivere in quelle condizioni, e 1 medico con grande senso di responsabilità e di civiltà mi ha detto "grazie a tè stesso ti sei salvato la vita", io ho ringraziato medici e personale che hanno reso possibile continuare a vivere questa vita. Quanto per evidenziare che le domande poste nel forum anche se sono solo sintomatiche e non sono accompagnate da refertazioni hanno sempre la loro valenza perchè possono indirizzare verso una migliore visione del problema. Comunque, mi ritengo un fortunato e cerco di dare un valore alla vita anche quando le cose non vanno come si vorrebbe, la ringrazio ancora anche se non ho avuto risposta alla domanda, qual'è tra quelli citati, sulla base della Sua esperienza, l'esame migliore per verificare lo stato delle valvole del cuore. Grazie ancora e complimenti per il forum.
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile signore, francamente non capisco dove il suo discorso vuole arrivare....
Gli esami del sangue non sono indagini in grado di predire l'occlusione dell'IVA ... non mischi le mele con le pere...per il resto le ho già detto che per le valvole è un banale ecocardiogramma transtoracico (e non transesofageo) che stabilisce se sono normali o meno.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la risposta,
cordiali saluti.