Utente 402XXX
Buongiorno e grazie anticipatamente per le vostre risposte .
È da circa un mese che ho il seguente problema:
Dopo un rapporto con la mia compagna (che ad oggi non accusa nessun problema ) avevo notato dei Micro taglietti appena sotto il glande , che si sono cicatrizzati da soli in una settimana.
Sono andato comunque da un dermatologo per farvi visitare perchè avevo il glande arrossato e giorno dopo giorno avvertivo un bruciore costante. Il dermatologo mi ha detto che poteva essere una dermatite e mi ha fatto fare un tampone sia sul glande che sul gluteo dove avevo delle macchie rosse.
Dall'esame al microscopio è risultato che sul gluteo ho la tigna e sul glende tutto negativo.adesso i tamponi sono in coltura e attendo risposta. Il dermatologo mi ha dato un'unica cura per tutto : itraconazolo pasticche 100 mg al giorno per 15 gg e una crema sempre di itraconazolo da applicare due volte al giorno sia sul gluteo che sul glande.
Dopo 12 gg devo dire che i segni della tigna sono quasi scomparsi mentre sul glande rimane arrosssato con delle macchiette e un bruciore che mi accompagna per quasi tutto il giorno.
Sono preoccupato per la situazione del glande perché leggendo sul vostro sito sono venuto ha coscienza del Lichen Sclerosus , una malattia spesso ignorata ma che non va sottovaluta.
Vi chiedo dal tampone al microscopio si può escludere un lichen sclerosus? È possibile che sul glande l' itraconazolo non faccia effetto perché può esserci un'infezione batterica ? Grazie per il tempo a me dedicato. A presto

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo

non è con un tampone che si esclude un Lichen scleratrofico ma con una visita venereologica:

se non ancora effettuata, la programmi con fiduca e starà sereno!

per info sul lichen

www.lichenscleroatrofico.it

Carissimi saluti

Dr Laino
www.lautapelle.it