Utente 343XXX
Buongiorno, ho dei problemi con mio marito, lui ha 32 anni, ha sempre avuto qualche problema a mantenere L erezione, vuoi per ansie generalizzate su tutto e oltre al fatto di pensare che è qualcosa di sbagliato il sesso. All'inizio della relazione è stato un disastro, piano piano la cosa è migliorata e a parte qualche volta non capitava spessissimo, ma da poco prima del matrimonio (ottobre2015), siamo tornati a peggiorare. Vuoi per aver provato ad aver figli. Cosa impossibile visto che quando pensa a questo per la paura di non esserne capace si blocca li. Allora abbiamo deciso di aspettare ancora un po ma va sempre peggio. Addirittura non riesce neanche ad iniziare nonostante dica di desiderarmi. Lui non ne parla, anche quando dico se secondo lui posso far qualcosa la sua risposta è non lo so. Se dico andiamo da un dottore mi dice che sono matta.. Però come possiamo andare avanti così?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
avanti così non ci si va, anche perchè nella vostra vita problemi ne avrete e se non si affrontano sono dolori e delusioni. Porti il marito da bravo collega, che faccia diagnosi di natura del problema erettile (psicologico, prostaico, ormonale, circolatorio o neurologico) e che vi indichi la appropèriata terapia.-
[#2] dopo  
Utente 343XXX

Iscritto dal 2014
Esiste anche la possibilità di andare tramite mutua? Perché il periodo è quello che è, e come prima risposta mi dice che non ci sono i soldi
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Esiste eccome.