Utente 402XXX
Salve , sono un ragazzo di 28 anni che da 10 anni ha un problema dentro le guance, infatti tutti i giorni mi da fastidio dentro di esse in modo alternato , infatti questo fastidio si alterna da una guancia all'latra un pò quasi tutto il giorno.
inoltre dopo che ho mangiato questo fastidio peggiora e risulta più forte.
il problema dovrebbe essere che i masseteri mi schiacciano i dotti salivari in modo alternato , dovrei infatti avere un'ipertrofia dei masseteri anche se non ne ho la certezza assoluta , so solo che mi da fastidio dentro le guance purtroppo.
sto mettendo un bite rigido per rilassare i masseteri e impedirgli di schiacciarmi i dotti salivari ma per ora non ho risolto il problema infatti continuo ad avere questi fastidi snervanti lo stesso.
inoltre questi fastidi che ho dentro le guance sono sempre monolaterali mai bilaterali infatti mi da fastidio dentro una guancia si e una no.
che cosa mi consigliate di fare? cosa potrei fare per risolvere questo problema? il problema sono i dotti salivari che vengono schiacciati dai masseteri che potrebbero essersi induriti, o ingranditi purtroppo questa è la cosa che non so e che vorrei sapere .
aspetto risposte , grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, effettivamente nel suo caso potrebbe trattarsi di quel quadro clinico che va sotto diverse denominazioni a seconda della sua diversa manifestazione clinica: Ipertrofia Parotidea, scialoadenite ricorrente o cronica, Ipertrofia Mssetero- Parotidea, Parotite non epidemica (se associata a infiammazione e o infezione) Scialolitiasi se si riscontrano calcoli, Ipertrofia Essenziale del Massetere se questo muscolo assume dimensioni anche esteticamente sgradevoli. Si tratta di quadri definiti abbastanza enigmatici nella letteratura scientifica, con qualche indicazione terapeutica per l''episodio acuto o per l''approccio chirurgico, ma senza spiegazioni per le recidive e le cronicizzazioni. Se il problema si cronicizza , credo si debba attentamente considerare le condizioni di "terreno". .Per terreno , in questo caso, intendo una struttura sfavorevole, che in questo caso é costituita dall''ipertono del massetere e dei muscoli sopraioidei legato alla sfavorevole occlusione. Il massetere contratto, ad esempio, aumenta la dimensione del ventre muscolare e comprime così il dotto escretore della parotide (dotto di Stenone), che decorre in intimo contatto con il muscolo. Ciò causa ristagno salivare e gonfiore: di qui le aree ipoecogene riscontrate abitualmente nell’ecografia, che altro non sono che saliva, con qualche eventuale infiltrazione infiammatoria. L’ostruzione , peraltro, non è quasi mai serrata (a meno di un grosso calcolo, che si può formare per precipitazione a seguito del ristagno salivare), per cui il quadro può risolversi spontaneamente, salvo poter ricorrere , oppure può cronicizzare, come forse é accaduto nel suo caso.
La terapia è rivolta ad allentare la tensione dei muscoli interessati, grazie all''applicazione di un bite conformato ad hoc.
La prescrizione di un bite, in un caso come il suo è dunque , ma dire "un bite" é come dire "una pillola" : rappresenta un trattamento assolutamente individuale, e , come una pillola consiste nello sbocco terapeutico di una diagnosi che deve essere corretta, e corretta deve essere anche la modalità di assunzione, (e solo a queste condizioni una pillola può risolvere una patologia), così il bite rappresenta la configurazione tecnica e artigianale di un ragionamento diagnostico e di una ipotesi terapeutica formulata dal dentista-gnatologo che lo prescrive e fa realizzare: è quest’ultima, cioè la prestazione culturale che il paziente acquista, non l''oggetto artigianale che qualunque tecnico realizza in un''ora di lavoro, e che è di infimo valore venale se disgiunto dalla prima.
Pertanto, se dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato, delle due l''una: o i suoi problemi non dipendono dall''occlusione,oppure il bite potrebbe essere inadeguato, o, infine, non è stato prescritto con le caratteristiche adeguate al suo caso.
Ovviamente quanto sopra ha valore del tutto relativo, non potendosi avere via rete gli indispensabili riscontri di una visita diretta: è importante che il dentista.gnatologo al quale si rivolge sia esperto in problemi di occlusione dell''Articolazione Temporo Mandibolare (ATM): non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Le suggerirei di dare un''occhiata agli articoli linkati qui sotto.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-calcoli-salivari-colpa-denti.html

http://www.studiober.com/pdf/Parotite%20ricorrente%20con%20abstract%20ACTA.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, si deve clikkare su: "continua e apri il sito.."


www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, si deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Grazie della risposta dottore ma le chiedo che cosa potrei fare? Mi da quasi tutto il giorno fastidio dentro le guance tranne in alcuni momenti dove va meglio.
Questi fastidi si alternano da una guancia all' altra sono sempre monolaterali e quando mangio peggiorano.
Finora con il bite rigido che metto solo la notte non ho risolto nulla, i fastidi sono sempre presenti purtroppo e tutti i giorni e' la stessa storia, ci combatto per quasi tutta la giornata.
Cosa mi consiglia di fare? È' uno stress enorme per me che devo affrontare tutti i giorni,rischio di dover ricorrere alla parotidectomia?
Grazie della sua attenzione
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Non credo di dover aggiungere nulla: coma le ho già scritto, se dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato, delle due l''una: o i suoi problemi non dipendono dall''occlusione (francamente ne dubito: "sono .... e quando mangio peggiorano....metto solo la notte..., i fastidi sono sempre presenti purtroppo e tutti i giorni e' la stessa storia, ci combatto per quasi tutta la giornata).oppure il bite potrebbe essere inadeguato, o, infine, non è stato prescritto con le caratteristiche adeguate al suo caso.
Si sinceri che il Collega sia veramente esperto nel problema, ed eventualmente senta una seconda opinione.
Cordiali saluti ed auguri.
[#4] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Grazie della risposta dottore, le volevo chiedere un' altra cosa, nel caso non riuscissi a togliere questi fastidi con il bite cosa che infatti finora non sono riuscito ad ottenere, rischierei per risolvere questo problema di fare la parotidectomia?
Perché attualmente mi da fastidio tutto il giorno dentro le guance nonostante il bite ,poi le volevo chiedere se con la parotidectomia si tolgono solo le parotidi oppure anche i dotti salivari?
Perché il problema me lo creano i dotti salivari che vengono schiacciati dai masseteri,grazie attendo risposte.
[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Le ho già risposto: verifichi che il bite sia stato progettato e prescritto da Collega ben esperto nei rapporti fra malocclusione e Ghiandola Parotide.
" Mi da quasi tutto il giorno fastidio dentro le guance" :
nonostante porti costantemente il bite? Come é conformato questo bite?
[#6] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
È' un bite di plastica rigido non morbido che dovrebbe avere la funzione di evitare ai masseteri di schiacciarmi i dotti salivari.
Finora non ho ottenuto il risultato sperato infatti ho quasi sempre dei fastidi interni alle guance purtroppo.
È' rigido e lo porto solo la notte mentre dormo
[#7] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
"dovrebbe avere la funzione di evitare ai masseteri di schiacciarmi i dotti salivari"
Ovviamente mentre dorme. E quando é sveglio?
E' sicuro che il Collega le abbia prescritto quel bite specificamente per il problema delle Parotidi?
[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
La prima domanda che mi viene, a cui al momento non ho risposta, è: "PERCHE?".

Perchè un ipertono o una ipertrofia dei masseteri (ammesso che ci siano)?

Il ragionamento di allentare la pressione sul dotto di stenone pensando ad un intasamento salivare è logica, ma visto che la soluzione adottata non funziona, probabilmente non è questa la causa, e il dotto salivare potrebbe essere innocente.

Un sospetto l'ho, e si chiama bruxismo.
Qualche info qui:
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1363-bruxismo-diagnosi-terapia.html
www.studioformentelli.it/pagine/articoli/bruxismo

Occorre fare una diagnosi, quindi.

Il bite è uno dei presidi più usati contro il bruxismo notturno, anche se non c'è dimostrazione scientifica che sia in grado di diminuire le contrazioni muscolari.
Se vi fosse un bruxismo diurno caratterizzato dal serramento protratto e prolungato dei denti, le cose si complicherebbero ancora.

Impossibile dirle di più on-line senza una visita e una diagnosi strumentale.

Un ultimo aspetto mi preme sottolineare, anche se non penso sia influente nel suo caso: allestisco sempre bite da portare esclusivamente nel sonno, e CONTESTO FORTEMENTE il concetto che LA REGOLA sia che il bite debba essere portato 24 ore al giorno pasti esclusi per ottenere un risultato, come suggerito dal collega.
Significa affermare implicitamente e pugbblicamente che i miei bite (e quelli della grande maggioranza dei colleghi) sono sbagliati, è questo non lo posso accettare.

Se un bite non funziona, INDIPENDENTEMENTE dalle ore che viene portato, o è sbagliato il bite, o è sbagliata la diagnosi.
[#9] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
non so più che dire dottore, mi sto curando con un bite rigido e con il cuprum pasticche che dovrebbe servire per rilassare i masseteri ma fino ad ora non ho ottemuto risultati infatti mi da tutto il giorno fastidio dentro le guance.
poi la cosa brutta è che quando mangio o quando parlo semplicemente i fastidi peggiorano e diventano più forti.
sono esausto di questa situazione ogni giorno sopportare questi fastidi è molto stressante come cosa e non mi va di andare avanti cosi.
che cosa mi consiglia di fare?questi fastidi si alterano da una guancia all'altra tutto il giorno è cosi.
stavo pensando di andare da un maxillo facciale per vedere cosa fare, lei cosa farebbe al posto mio? grazie attendo risposte
[#10] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
" lei cosa farebbe al posto mio?"

Mi toglierei i dubbi e misurerei il bruxismo.
Come spiegato nei link.
[#11] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
poi volevo dire che ogni volta che mangio qualcosa di duro i fastidi peggiorano, lei cosa ne pensa dottore?
è anche vero che questo bite lo sto portando da un mese che non è molto ma finora non ho visto miglioramenti anzi mi da tutto il giorno fastidio dentro le guance.
inoltre i fastidi sono sempre monolaterali mai bilaterali, mi da fastdio dentro una guancia si e una no.
io non so se i masseteri sono ipertrofici, contratti o altro ma purtroppo implicano la parotide purtroppo.
questo problema mi è sorto 10 anni fa quando uscirono i denti del giudizio, ogni volta che usciva un dente da una parte mi sorgeva il problema da quel lato del viso.

[#12] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, mi spiace dover osservare che gli unici lavori scientifici sul trattamento per via occlusale dell'ipertrofia massetero Parotidea e della Parotite ricorrente sono quelli che ho pubblicato io.

Bernkopf E. Broia V. Approccio gnatologico all’ipertrofia massetero parotidea. Attualità Dentale, n. 12, Anno 1997, 268-76.

Bernkopf E. Colleselli P. Broia V De Benedictis F.M.:Is recurrent parotitis in childhood still an enigma? a pilot experience. Acta Paediatrica 2008 97, pp. 478–482 Impact Factor: 1.297

E. Bernkopf, G.C. De Vincentiis. Parotite (o Parotidite) Ricorrente Giovanile e Malocclusione Dentaria. Medico e Bambino pagine elettroniche 2008; 11(9) http://www.medicoebambino.com/?id=IPS0809_10.html

Sarò lieto di sapere che altri studi hanno comprovato sulla patologia che la affligge analoghi successi con trattamenti diversi, che possano smentire non già categoricamente, ma scientificamente, le indicazioni che ho dato e confermo, senza le quali ritengo logico l'insuccesso.

Visto che la soluzione da lei adottata non funziona ritengo molto probabile che possa essere dovuto alla conformazione del bite non adatta al trattamento di questa patologia e al fatto di portarlo solo di notte, mentre la parotide funziona tutte le 24 ore.

Se crede, mi tenga informato sull'evoluzione del caso.
Cordiali saluti ed auguri
[#13] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Ho capito grazie della sua attenzione dottore, io ho deciso che per un po' proverò ancora a mettere questo bite rigido e a vedere come va poi se non dovessi risolvere magari verrò da lei in futuro.
Ma lei nel caso mi farebbe un bite diverso da quello che sto mettendo , un bite rigido o morbido? E poi dovrei indossare questo bite non solo la notte ma tutto il giorno?
Le chiedo se il bite che eventualmente dovrei indossare sia rigido o morbido perchè' tempo fa prima di mettere questo bite rigido indossai un bite morbido fatto da un altro dentista e non ero riuscito a togliere questi fastidi dentro le guance.
Anche con questo bite rigido che sto mettendo ora non ho ottenuto dei risultati soddisfacenti ,sono 10 anni praticamente che ho questo problema e ancora non l'ho risolto purtroppo ,l'unica cosa positiva è' che so quello che ho la causa del mio disturbo .
[#14] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Personalmente uso bite rigidi e li prescrivo rigorosamente per le 24 ore, pasti esclusi: non é comunque solo il materiale impiegato che fa la differenza: la fanno sopratutto le scelte cliniche del dentista.
L'importante é sopratutto che conosca bene l'argomento.
Cordiali saluti ed auguri.
[#15] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Ho capito dottore lei usa bite rigidi da portare tutto il giorno,magari verrò da lei in futuro per cercare di risolvere questo problema .
Le volevo chiedere una cosa se non dovesse togliere questi fastidi che ho dentro le guance usando il bite se non fosse sufficiente questo ,rischierei di dover fare la parotidectomia per risolvere questo problema ?
[#16] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Nello scherma di trattamento , in caso di insuccesso per via medica, è previsto l'intervento di parotidectomia, che purtroppo non è privo di rischi di lesione del nervo facciale, che, nel suo tragitto, è in intimo contatto con la ghiandola. Sarebbe alquanto imprudente optare per l'intervento chirurgico senza aver prima preso in considerazione trattamenti conservativi
Cordiali saluti ed auguri.